Roma, 18/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Fer-X. Barbaro (Mase): “Prime aste potranno essere bandite entro la fine dell’anno”

11rinnovabili
Home > Policy > Policy Italia > Fer-X. Barbaro (Mase): “Prime aste potranno essere bandite entro la fine dell’anno”

È quanto detto dal sottosegretario del ministero dell’Ambiente, Claudio Barbaro, in risposta a un’interrogazione sul decreto Fer.X presentata dall’On. Vinicio Peluffo in X Commissione permanente della Camera. Ad inizio giugno il parere dell’Arera.

I tempi per l’adozione del decreto Fer-X, l’interrogazione del sottosegretario del Mase Barbaro

Per quanto riguarda l’adozione dello schema di decreto Fer-X, si rappresenta che lo stesso è stato trasmesso nel mese di aprile all’ARERA ai fini dell’acquisizione del parere, atteso per l’inizio di giugno”, ha affermato il Sottosegretario del ministero dell’Ambiente e della sicurezza energetica (Mase), Claudio Barbaro, rispondendo all’interrogazione presentata dal deputato Vinicio Peluffo in X Commissione della Camera dei Deputati sui tempi per l’adozione del decreto Fer-X.

Successivamente, ha spiegato il sottosegretario, “si provvederà ad acquisire anche il necessario parere della Conferenza unificata, a valle del quale sarà possibile procedere con la notifica formale del provvedimento in Commissione europea per la verifica dei profili di compatibilità con la disciplina in materia di Aiuti di Stato”.

Le novità introdotte dal meccanismo di supporto

Il ministero, inoltre, ha già avviato i colloqui con la Commissione europea proprio “con l’obiettivo di illustrare le principali novità introdotte dal meccanismo”.

Le principali novità elencate da Barbaro sono:

il nuovo schema prevede che il sistema si faccia carico del rischio dovuto alle dinamiche inflattive, particolarmente accentuate nell’ultimo anno, in modo tale da rendere i corrispettivi riconosciuti più adeguati alla struttura di costo e alla sua evoluzione, riducendo così i rischi degli operatori”;

al fine di mitigare le problematiche relative all’operatività dei contratti alle differenze convenzionali, si è provveduto a ridisegnare la struttura dei pagamenti del contratto con la finalità di disincentivare l’offerta della capacità contrattualizzata a prezzi inferiori ai propri costi marginali, e al tempo stesso di ridurre il rischio volume sostenuto dai titolari della medesima capacità”.

Prime aste entro fine anno

L’annuncio che più si attendeva, però, è quello relativo alle aste. Secondo Barbaro: “Si stima che le prime aste potranno essere bandite entro la fine dell’anno”.

Il decreto Fer-X ha la finalità di sostenere la produzione di energia elettrica da impianti da fonti energetiche rinnovabili (Fer). Potranno accedere al meccanismo di supporto gli impianti solari fotovoltaici, gli impianti eolici, gli impianti idroelettrici e gli impianti di trattamento di gas residuati dai processi di depurazione.

In questo modo, come spiegato dal ministero, si andranno a sostenere gli impianti con costi di generazione vicini alla competitività di mercato, attraverso la definizione di un meccanismo di supporto che promuove l’efficacia, l’efficienza e la sostenibilità del sistema elettrico, coerentemente con gli obiettivi di sicurezza e adeguatezza.

Un documento rilevante nel percorso di raggiungimento degli obiettivi nazionali di decarbonizzazione al minor costo per il consumatore finale, dando maggiori certezze alle imprese ed incrementando indipendenza e sicurezza energetica.

Giornalista

Articoli correlati