Roma, 23/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

CER: a breve in vigore il decreto ministeriale

11Vannia Gava
Home > Policy > Policy Italia > CER: a breve in vigore il decreto ministeriale

Il decreto attuativo delle Comunità Energetiche Rinnovabili è quasi pronto e sarà pubblicato nelle prossime settimane. L’intervento del viceministro Vannia Gava all’ evento “Comunità energetiche e cittadini: stato dell’arte, opportunità e sostenibilità”, promosso da Consumers’ Forum e dal Consorzio interuniversitario EnSiEL.

Il decreto incentivazione

Tutto pronto per l’avvio di nuove Comunità Energetiche in Italia. Dopo l’approvazione del nuovo TIAD da parte dell’Arera, il testo integrato in cui rientrano tutti i sistemi per l’autoconsumo diffuso, manca soltanto il decreto di incentivazione del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, che dovrebbe essere emanato nelle prossime settimane.

Le consultazioni con Arera

Finalmente ci siamo. Il decreto attuativo delle Comunità Energetiche Rinnovabili è quasi pronto e sarà pubblicato nelle prossime settimane”. Lo ha annunciato il viceministro all’Ambiente e Sicurezza energetica Vannia Gava, intervenuta all’ evento “Comunità energetiche e cittadini: stato dell’arte, opportunità e sostenibilità”, promosso da Consumers’ Forum e dal Consorzio interuniversitario EnSiEL.

 “Il percorso è stato articolato poiché è stata necessaria una lunga consultazione con ARERA oltre ad un partecipato confronto pubblico conclusosi nel dicembre scorso, che ha definito il contingente di 5GW e le quantità e modalità di calcolo. Ma posso dire oggi con ottimismo e soddisfazione che a brevissimo entrerà in vigore il decreto ministeriale” ha spiegato il viceministro.

2,2 miliardi dal PNRR 

 “Abbiamo anche lavorato sul fronte PNRR che destina 2,2 miliardi alla realizzazione di CER nei Comuni sotto i 5mila abitanti, scongiurando che le risorse potessero minacciare la stabilità dei loro bilanci. Tanto è stato fatto e tanto faremo ancora” ha assicurato il viceministro, ricordando che “il Governo si è mosso subito per mettere in sicurezza energetica il Paese, puntando sulla diversificazione delle fonti e semplificando tempi e procedure per i procedimenti autorizzativi”. “L’indipendenza energetica, lo abbiamo visto sulla nostra pelle, è tema cruciale. In questo si inseriscono a pieno titolo le Comunità Energetiche, un nuovo modello di produrre e consumare energia, facendo comunità, per la decarbonizzazione del Paese” ha concluso Gava.

Articoli correlati