Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Bonus energia imprese: pubblicati i codici tributo

11imprese energivore
Home > Policy > Policy Italia > Bonus energia imprese: pubblicati i codici tributo

L’ Agenzia delle Entrate ha diffuso le istruzioni e i codici per compilare gli F24 e richiedere le agevolazioni di Dicembre introdotte dal Decreto Aiuti Quater.

Come beneficiare del bonus

Rimosso anche l’ultimo ostacolo per le imprese che vogliano usufruire del Bonus energia per le spese di elettricità e gas sostenute nel mese di dicembre 2022. L’Agenzia delle Entrate ha, infatti, istituito con la risoluzione n. 72/E i codici di tributo da inserire nel modello F24 per l’utilizzo dei crediti d’imposta.

Si tratta della parziale compensazione dei maggiori oneri effettivamente sostenuti per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale estesa anche al mese di dicembre dal Decreto Aiuti Quater del 18 Novembre. La scadenza per la fruizione dell’agevolazione è stabilita al 30 giugno 2023, data entro la quale potrà essere sfruttata sotto forma di crediti d’imposta (in compensazione) o ceduta (solo per intero) a terzi.

I codici

Per beneficiare delle agevolazioni oltre agli importi dovranno essere inseriti i codici tributo di seguito riportati:

  • 6993 – credito d’imposta a favore delle imprese energivore (dicembre 2022) – art. 1, del decreto-legge 18 novembre 2022, n. 176
  • 6994 – credito d’imposta a favore delle imprese a forte consumo gas naturale (dicembre 2022) – art. 1, del decreto-legge 18 novembre 2022, n. 176
  • 6995 – credito d’imposta a favore delle imprese non energivore (dicembre 2022) – art. 1, del decreto-legge 18 novembre 2022, n. 176
  • 6996 – credito d’imposta a favore delle imprese diverse da quelle a forte consumo gas naturale (dicembre 2022) – art. 1, del decreto legge 18 novembre 2022, n. 176

L’Agenzia delle Entrate ha diffuso anche le istruzioni per la compilazione.

Credito d’imposta del 30% e del 40%

Per le imprese con contatori di potenza elettrica pari o superiore a 4,5 kW, ossia bar, ristoranti e piccoli artigiani, è previsto un credito d’imposta del 30 per cento.

Per le altre imprese, diverse da quelle a forte consumo di gas naturale, il credito d’imposta è stabilito nella misura del 40 per cento.