Roma, 17/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Trovato l’accordo politico sul tetto al prezzo del Gas

11price cap
Home > Policy > Policy Europa > Trovato l’accordo politico sul tetto al prezzo del Gas

Il Consiglio Affari Energia dell’Ue ha trovato l’intesa politica per contenere l’aumento del prezzo del gas. Il price cap sarà fissato a 180€ a Mw/h ed entrerà in vigore dal 15 febbraio. 35€ il differenziale del prezzo al Ttf con gli indici di riferimento globali.

Una misura che l’Italia chiede da mesi

I ministri dell’Energia dei 27 Paesi membri dell’Ue si sono finalmente accordati su un price cap a 180€ a megawattora.  Il differenziale del prezzo al Ttf con gli indici di riferimento globali viene fissato, come previsto nell’ultima proposta della presidenza ceca, a 35 euro. I giorni necessari perché scatti il meccanismo di correzione – in cui, quindi, il prezzo deve superare i 180 euro a megawattora sull’hub di riferimento di Amsterdam – restano tre.

Si tratta di una misura che l’Italia chiede da mesi, per evitare che i prezzi del metano tornino alle cifre esorbitanti dei mesi precedenti. Nell’ultimo Consiglio straordinario del 13 dicembre i ministri avevano trovato “un accordo al 90%”, lo stesso che ha permesso oggi di prendere l’importante decisione di politica energetica. 

Una vittoria in tema di sicurezza energetica.

È la vittoria dell’Italia che ha creduto e lavorato per raggiungere questo accordo” ha dichiarato il Ministro per l’Ambiente e la sicurezza energetica, Gilberto Pichetto.

In vigore dal 15 Febbraio

Il Consiglio Affari Energia ha stabilito che, sulla base dell’intesa politica raggiunta, il price cap al gas entrerà in vigore il prossimo 15 febbraio.
L’accordo è stato raggiunto dai ministri europei dell’Energia a maggioranza qualificata. Anche la Germania, dopo lunghe trattative, ha dato la sua approvazione. Contraria invece l’Ungheria, mentre Austria e Paesi Bassi si sono astenuti.

Articoli correlati