Roma, 04/03/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Tecnologie pulite, nuovi investimenti UE per 3,6 miliardi di euro

11Tecnologie per la decarbonizzaione
Home > Policy > Policy Europa > Tecnologie pulite, nuovi investimenti UE per 3,6 miliardi di euro

I progetti selezionati sono ubicati in 15 Stati membri dell’UE, tra cui l’Italia. I finanziamenti contribuiranno all’ecologizzazione di settori significativi dell’economia europea, in particolare di quelli difficili da decarbonizzare. La pagina con le schede di ogni progetto selezionato.

Ecco tutti progetti su larga scala in materia di tecnologie pulite selezionati dalla Commissione UE

La Commission europea ha dato il via libera ad un nuovo pacchetto di investimenti destinato a favorire l’impiego di tecnologie pulite su larga scala nei Paesi dell’Unione.

Le risorse saranno destinate al sostegno di 41 progetti selezionati in 15 Stati membri, tra cui l’Italia, e relativi a quattro aree chiave: decarbonizzazione “generale”; “elettrificazione dell’industria e idrogeno”; “fabbricazione di tecnologie pulite”; e “progetti pilota di medie dimensioni”.

Gli investimenti ammontano a 3,6 miliardi di euro, da finanziare attraverso il Fondo dell’UE per l’innovazione, frutto dei proventi del sistema di scambio di quote di emissione (in inglese Emissions Trading Scheme, o ETS).

Si tratta di risorse rilevanti che andranno a coprire settori particolari, quelli più difficili da decarbonizzare, come cemento, acciaio e aviazione, che potranno contare così su tecnologie green & clean.

La Commissione stima che tutti i progetti finanziati, in teoria operativi prima del 2030, potrebbero consentire di evitare 221 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 nei primi 10 anni di attività.

Alla fine dell’anno sarà inoltre pubblicato il prossimo invito a presentare proposte per progetti su larga scala nell’ambito del Fondo per l’innovazione, con un aumento della dotazione di 4 miliardi di euro.

Oltre a quelli selezionati in questo round, che beneficeranno dei finanziamenti, altri progetti promettenti ma non sufficientemente maturi riceveranno un’assistenza allo sviluppo da parte della Banca europea per gli investimenti.

Il risultato di questa selezione sarà annunciato nel quarto trimestre del 2023.

Giornalista

Articoli correlati