Roma, 23/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Rinnovabili, von der Leyen (UE): “Crescita record di 50GW quest’anno, il doppio del 2021”

11
Home > Policy > Policy Europa > Rinnovabili, von der Leyen (UE): “Crescita record di 50GW quest’anno, il doppio del 2021”

Intervenendo all’evento in corso oggi all’Università Bocconi di Milano, la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato: “La notizia rassicurante è che disponiamo del potenziale necessario. Si tratta delle energie rinnovabili, che quest’anno hanno registrato la crescita più consistente nella storia della nostra Unione europea”.

Il lungo inverno energetico dell’Unione

Dopo mesi di allarmi e drammatiche stime sulla nostra capacità di superare l’inverno ormai alle porte con le sole riserve strategiche di petrolio e gas, pare che le minacce e le insidie peggiori siano state spostate più o meno di un anno in avanti-

Per l’inverno 2022/2023 gli stoccaggi energetici europei dovrebbero tenere (a meno che non si verifichino eventi meteo particolarmente gelidi, intensi e di lunga durata), anche senza i rifornimenti russi. La diversificazione degli approvvigionamenti da diversi impianti, soprattutto di gas naturale, sparsi tra Nord Africa, Medio Oriente e Caucaso, sembrerebbe garantirci sicurezza e stabilità (almeno per il momento).

Ovviamente, siamo ben lontani dal concetto a tutti caro di indipendenza o autonomia energetica, che è ormai l’obiettivo principale dei Governi europei e della stessa Unione europea.

Sappiamo però bene che senza la giusta spinta in avanti delle fonti energetiche rinnovabili e pulite non ci può né essere autonomia energetica, né tanto meno la possibilità di raggiungere gli ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra e di neutralità climatica continentale (Bruxelles mira a divenire il primo continente carbon neutral nella storia).

Von der Leyen rilancia le rinnovabili in Europa per l’indipendenza energetica

Intervenendo all’evento in corso oggi all’Università Bocconi di Milano, la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato: “La notizia rassicurante è che disponiamo del potenziale necessario. Si tratta delle energie rinnovabili, che quest’anno hanno registrato la crescita più consistente nella storia della nostra Unione europea: 50 gigawatt, il doppio rispetto alla capacità aggiunta l’anno scorso. E potremmo accelerare ancora di più”.

Secondo l’Agenzia internazionale per l’energia, “velocizzando la realizzazione dei progetti in materia di energie rinnovabili potremmo sostituire ulteriori 14 miliardi di m³ di gas russo già il prossimo anno. Ma i progetti sono bloccati a causa della lentezza nel rilascio delle autorizzazioni”, ha spiegato von der Leyen.

Già quest’anno, le fonti rinnovabili hanno consentito agli europei di risparmiare più di 11 miliardi di euro di importazioni di gas russo dall’inizio della guerra in Ucraina.

Per questo abbiamo appena adottato un nuovo regolamento di emergenza per sbloccarli immediatamente. Le energie rinnovabili non solo giovano al pianeta perché sono pulite, ma sono utili anche per la nostra indipendenza, perché prodotte a livello locale e a prezzi accessibili rispetto ai combustibili fossili. E allora: lavoriamo insieme sulle riforme che mirano ad accelerare la transizione verde! Le famiglie italiane hanno bisogno di energia pulita e a prezzi accessibili. E così le industrie italiane”, ha infine detto la Presidente della Commissione europea.

Giornalista

Articoli correlati