Roma, 22/02/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

REPowerEU, prefinanziamento all’Italia da 551 milioni di euro

11
Home > Policy > Policy Europa > REPowerEU, prefinanziamento all’Italia da 551 milioni di euro

La misura favorirà il raggiungimento degli obiettivi del Piano RepowerEu di risparmio energetico, produzione di energia pulita e diversificazione degli approvvigionamenti energetici. Meloni: “un ulteriore ed importante passo avanti sull’attuazione del Pnrr”. Fitto: “un nuovo percorso legato all’attuazione delle fondamentali misure inserite nella settima missione”.

I fondi REPowerEU nell’ambito del Pnrr

L’Italia riceverà dall’Europa una rata di prefinanziamento del piano REPowerEU da 551,2 milioni di euro. Lo ha annunciato il ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto.

La decisione è stata comunicata dalla Commission europea stamattina in un comunicato ufficiale.

Oltre al nostro Paese, riceveranno una quota anche il Belgio (145,1 milioni di euro), la Croazia (585,1 milioni di euro), Cipro (20,9 milioni di euro), la Finlandia (25,4 milioni di euro), la Grecia (158,7 milioni di euro), la Lettonia (26,9 milioni di euro), la Romania (288 milioni di euro) e la Spagna (340 milioni di euro).

L’intervento consentirà di accelerare gli obiettivi di REPowerEU in materia di risparmio energetico, produzione di energia pulita e diversificazione dell’approvvigionamento energetico, al fine di rendere l’Europa progressivamente più indipendente dai combustibili fossili russi se seguito dell’invasione dell’Ucraina.

I progetti finanziati in Italia

Meloni: “un ulteriore ed importante passo avanti sull’attuazione del Pnrr”

Un’altra buona notizia sul fronte Pnrr con l’erogazione avvenuta oggi da parte della Commissione europea dell’anticipo pari a circa 551 milioni di euro del contributo a fondo perduto relativo al nuovo capitolo REPowerEU, inserito nel Piano al momento della sua revisione. Consideriamo quello di oggi un ulteriore ed importante passo avanti sull’attuazione del Pnrr che il Governo sta portando avanti con efficacia e determinazione“, ha dichiarato in una nota la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni.

Il versamento dell’anticipo del 20% delle sovvenzioni REPowerEU, che vede salire a circa 102,5 miliardi di euro la somma complessiva del Pnrr versata all’Italia, segna l’inizio di un nuovo percorso legato all’attuazione delle fondamentali misure inserite nella settima missione, principalmente destinata al risparmio energetico ed alla produzione di energia pulita”, ha dichiarato il ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto.

Il REPowerEU

Il REPowerEU è stato lanciato nel 2022 in risposta alla crisi energetica e alla guerra voluta da Mosca in Ucraina.

Complessivamente sono stati mobilitati quasi 300 miliardi di euro, di cui circa 72 miliardi di euro sono sovvenzioni e circa 225 miliardi di euro sono prestiti. Il dispositivo per la ripresa e la resilienza sarà il fulcro di questi finanziamenti.

Come spiegato nel documento generale, il dispositivo prevede circa 10 miliardi di euro per i collegamenti mancanti per il gas e il GNL, in modo che nessuno Stato membro sia lasciato al freddo, e fino a 2 miliardi di euro per le infrastrutture petrolifere in modo da porre fine al trasporto di petrolio russo. Il resto dei finanziamenti (il 95%) sarà destinato ad accelerare e intensificare la transizione verso l’energia pulita.

Giornalista

Articoli correlati