Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Solare galleggiante, a livello mondiale 6GW di energia pulita in più all’anno entro il 2031

11fotovoltaico
Home > News > Solare > Solare galleggiante, a livello mondiale 6GW di energia pulita in più all’anno entro il 2031

Aumenta il numero di impianti fotovoltaici galleggianti in tutto il mondo, in particolare in Cina. In Europa sono Paesi Bassi e Francia i campioni del mercato FPV. Un settore che andrà affermandosi sempre più con il passare del tempo, perché la domanda globale di energia crescerà, soprattutto pulita, mentre i costi del fotovoltaico fisso onshore in prospettiva saranno più alti di quello galleggiante.

Il futuro del solare galleggiante

Entro la fin del decennio si attendono le prime aggiunte record annuali di energia rinnovabile pulita grazie ai pannelli solari galleggianti o floating photovoltaics (FPV) plants che si stanno via via installando su scala globale.

Secondo un nuovo studio pubblicato da Wood Mackenzie, le aggiunte annuali di capacità di energia solare da pannelli fotovoltaici galleggianti dovrebbero raggiungere e superare la soglia dei 6GW annui.

I ricercatori si attendono installazioni globali di impianti fotovoltaici galleggianti superiori ai 500 MW dentro il 2031.

Cina, India e Indonesia rappresentano attualmente il 70% della domanda di questi impianti a livello mondiale, con un tasso di crescita medio annuo del 15% circa.

Cina mercato leader, in Europa i Paesi Bassi

Nonostante i costi di sviluppo degli impianti siano anche del 50% superiori rispetto a quelli su terra ferma, si prevede che i prezzi diminuiranno progressivamente in questo settore, come confermano sia gli sviluppatori, sia i fornitori di tecnologia FPV”; ha spiegato Ting Yu, consulente di Wood Mackenzie a la SNEC PV Power Expo di Shanghai.

L’Asia è ad oggi il continente più attivo in questo mercato, con circa 3GW di progetti di impianti FPV. Solo in Cina si stima una capacità FPV cumulativa di circa 13 GW entro il 2031, con un tasso medio di crescita annua del 12% nei prossimi 10 anni.

Con quasi 150 MW, l’Europa si piazza al secondo posto per domanda di FPV. I Paesi Bassi, che hanno rappresentato il 32% del mercato FPV europeo nel 2022, sono il principale sviluppatore europeo di questi impianti, seguiti dalla Francia.

La crescente domanda di energia pulita utile al raggiungimento degli obiettivi di decarbonizzazione di numerosi Stati di tutto il pianeta, la necessità di risparmiare suolo (lasciandolo privo di costruzioni e quindi orientato alla riforestazione ad esempio) e i maggiori costi del solare fisso a terra, hanno favorito a livello mondiale una crescita complessiva del mercato FPV dovrebbe superare i 3,2 miliardi di dollari entro il 2027 (Research and Markets).

Giornalista

Articoli correlati