Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

L’esperimento di GRID Alternatives su come garantire a tutti l’accesso all’energia solare

11
Home > News > Solare > L’esperimento di GRID Alternatives su come garantire a tutti l’accesso all’energia solare

È stata pubblicata una ricerca sulla rivista Nature Energy, condotta in collaborazione con GRID Alternatives della California, su come si potrebbe ampliare l’accesso all’energia solare sui tetti e fornire anche formazione professionale agli installatori.

Energia solare ‘per tutti’

Fornire energia solare sui tetti ‘per tutti’, e quindi anche per  famiglie a basso reddito, è fondamentale sia per la crescita del settore che per garantire a tutti gli stessi diritti e le stesse possibilità. 

Con una ricerca che è stata eseguita da scienziati ed esperti, in collaborazione con l’organizzazione no-profit GRID Alternatives della California che lavora proprio per una transizione circolare più rapida ed equa, verso un mondo alimentato da energia rinnovabile, è stata compiuta un’analisi per capire come garantire a tutti un libero accesso a questa fonte alternativa per le proprie abitazioni. 

GRID Alternatives ha effettuato migliaia di installazioni di impianti sui tetti, servendo tantissima gente nel corso degli anni. Adesso però, è ancor di più interessata a cercare un modo per trovare più referenze.

L’esperimento

Nell’esperimento che è stato fatto, l’ente ha infatti cercato di ottenere un nuovo giro di accordi da circa 7.500 clienti precedenti, che sono stati divisi in gruppi. 

Il primo ha ricevuto sempre la stessa offerta: un pagamento di 200 dollari per un referral di successo. Al secondo invece, è stato proposto lo stesso importo ma con l’aggiunta di un regalo di ringraziamento di 1 dollaro, solo per dimostrare l’apprezzamento nell’aver partecipato a un programma GRID.

Al terzo gruppo infine, sono state date in cambio le stesse cose del secondo gruppo, oltre a una busta postale e a una scheda di segnalazione per inviare le informazioni di contatto. 

I risultati

Adesso ci si chiede: da questo esperimento che risultati sono emersi?

Sebbene la banconota da 1 dollaro e la scheda di segnalazione potessero sembrare dettagli di poca importanza, in realtà hanno aumentato in modo sostanziale il tasso di risposta degli utenti, considerando che le persone che hanno ricevuto gli uni, gli altri o entrambi, hanno fornito un numero di nominativi 7,5 volte superiore rispetto a quelli che non hanno ricevuto nulla di più che i 2000 dollari.

Sapere dunque che anche un piccolo regalo può fare la differenza, rendendo il destinatario molto più propenso a ricambiare o accettare una proposta, potrebbe rappresentare un incentivo per promuovere programmi statali diversi e mirati, che possano andare a beneficio di tutta la comunità e possano offrire quel qualcosa in più, anche a sostegno delle famiglie a basso reddito alle quali devono essere date le stesse opportunità degli altri.

Articoli correlati