Roma, 20/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Le finestre fotovoltaiche: risparmio energetico del 40% e fino all 80% di trasparenza

11
Home > News > Solare > Le finestre fotovoltaiche: risparmio energetico del 40% e fino all 80% di trasparenza

La corsa alle rinnovabili prosegue, e per chi non può o non vuole installare pannelli fotovoltaici sul tetto di casa, esiste un’altra soluzione offerta dalle finestre fotovoltaiche, ancora poco conosciute ma che sono in grado di migliorare l’efficienza energetica degli edifici, ma anche la loro estetica, arrivando fino all’80% di trasparenza. 

Le finestre fotovoltaiche come duplice soluzione alternativa

Non in tutte le case e condomini è possibile avere pannelli solari sul tetto. Molti decidono di puntare sul fotovoltaico da balcone, ma anche in questi casi è necessario che gli impianti siano orientati nella giusta direzione, e servono delle ore affinché si possa immagazzinare abbastanza luce per produrre tanta energia.

Le finestre fotovoltaiche rappresentano dunque una duplice soluzione alternativa: non solo migliorano l’efficienza, ma impattano poco sotto il profilo estetico, a differenza dei sistemi tradizionali.

Sono dotate di vetri solari con all’interno delle lastre in materiale semiconduttore, in grado di attivare il processo che trasforma i raggi in elettricità e assicurare una trasparenza fino all’80%. Questo rappresenta il loro più grande vantaggio, ma non è finita qui.

Vantaggi e svantaggi

Queste tecnologie green sostituiscono gli infissi di casa assicurando, non solo una più alta efficienza energetica, ma anche l’isolamento termico e la schermatura solare, proteggendo gli edifici dall’irraggiamento, a differenza dei classici pannelli. Inoltre, garantiscono anche costi operativi, di manutenzione, di riscaldamento e di manutenzione più ridotti. 

Bisogna però sottolineare che, la produzione di energia prodotta da queste finestre non sarà mai elevata come quella generata dagli impianti posti sul tetto. 

Risparmiare sui consumi – Lo studio del NREL

Anche per quanto riguarda i costi, ci sono dei vantaggi non indifferenti, considerando che si possono risparmiare fino a 10.000–40.000 GJ di energia all’anno, come dimostrato da uno studio del NREL (National Renewable Energy Laboratory).

Dal rapporto, è emerso infatti che è possibile ridurre in questo modo il consumo energetico di un edificio fino del 40%. Queste tecnologie sono ancora in fase di studio, ma potrebbero velocizzare la transizione energetica e rendere più sostenibili gli immobili, come richiesto anche dall’Unione Europea con la direttiva Case Green

I differenti tipi di vetri: semitrasparenti, trasparenti e colorati

L’efficienza delle finestre fotovoltaiche dipende però da vari fattori: dai materiali con i quali viene realizzata, da dove si trova l’immobile (se in una zona soleggiata o meno) e dai vetri che le costituiscono: con quelli semitrasparenti si ottiene un rendimento migliore ma passa solo il 50% della luce solare naturale; con quelli trasparenti, la resa è più bassa, mentre con i colorati si ha sicuramente un impatto estetico più forte e si utilizzano soprattutto per palazzi ed edifici più alti. 

Articoli correlati