Roma, 04/03/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

InFotovoltaico: la nuova nota statistica trimestrale GSE

11fotovoltaico
Home > News > Solare > InFotovoltaico: la nuova nota statistica trimestrale GSE

È online la nuova edizione di ‘InFotovoltaico’, pubblicazione trimestrale del GSE che illustra i principali dati statistici, a livello regionale e nazionale, sul settore fotovoltaico in Italia, aggiornati al 31 dicembre 2022.

Il 2022: un anno di crescita

Nel 2022 il fotovoltaico ha registrato nel Paese una crescita netta, con valori molto più elevati rispetto agli anni precedenti. In particolare, risultano in esercizio circa 1.225.000 impianti (+21% rispetto alla fine del 2021), per una potenza complessiva superiore a 25 GW (+11%) e una produzione annuale di 28,2 TWh, in aumento del 12,5% circa rispetto all’anno precedente nel periodo tra gennaio e dicembre. 

Si tratta di una crescita nazionale, che interessa tutte le regioni e le principali città. Il 50% della potenza installata complessiva degli impianti si concentra soprattutto nel settore industriale (comprendente le imprese che producono energia e che rappresentano il 64% della capacità della categoria). Segue poi il residenziale (20%), terziario (19%) e agricoltura (11%). Per il 34% si parla di installazioni a terra, a differenza del restante 66% su edifici, tetti o coperture. 

In termini di producibilità, la provincia con la migliore performance che è stata rilevata nel 2022 è Ragusa, con circa 1.300 ore di funzionamento, per una media di 3,6 ore/giorno. 

Gli aiuti

Dai dati emerge che circa 137.000 impianti (il 66% installati durante il 2022, per una potenza corrispettiva pari a 1.117 MW) hanno usufruito della cosiddetta agevolazione fiscale: Superbonus 110%. Si tratta di una detrazione, spalmata in 5 anni, per interventi di efficientamento energetico sulle abitazioni, come l’installazione di pannelli solari. 

Per poterne però beneficiare, bisognava che venissero fatti altri interventi negli edifici, come, ad esempio, introdurre pompe di calore. Per accedere al Superbonus era dunque necessario considerare l’installazione del fotovoltaico come parte di un investimento più ampio. Nel settore residenziale, il numero di pannelli che ne ha beneficiato è stato 2 volte superiore a quello di chi non ne ha potuto usufruire. 

I valori assoluti nelle principali città italiane

Il grafico della nota statistica GSE mostra come la città italiana nella quale sono stati installati più impianti fotovoltaici nel 2022 è stata Roma (1.968 per una potenza pari a 14, 1 MW); seguita, sul podio, da Bari (543 e 4,4 MW) e Milano (238 e 6,7 MW). 

Articoli correlati