Roma, 20/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Finestre “fotovoltaiche” trasparenti, primi test in una stazione ferroviaria di Tokyo. Già realtà in Olanda e Danimarca

11
Home > News > Solare > Finestre “fotovoltaiche” trasparenti, primi test in una stazione ferroviaria di Tokyo. Già realtà in Olanda e Danimarca

Dal Giappone le nuove tecnologie solari trasparenti, da impiegare come rivestimento delle nostre finestre di casa, ma anche in ufficio e in qualsiasi altro edificio pubblico e privato. Negli USA si stima potranno coprire il 70% della domanda di energia. I primi utilizzi nei Paesi Bassi e in Danimarca.

La tecnologia solare trasparente da applicare su ogni finestra

Normali vetri di finestre che in realtà sono costituite da pannelli fotovoltaici trasparenti. Questo il test che si sta allestendo in Giappone nei pressi della Takanawa Gateway Station, nella città di Tokyo. Una stazione ferroviaria ad alta intensità di passeggeri che sperimenterà una nuova applicazione del solare fotovoltaico, cioè pannelli trasparenti come il vetro con cui rivestire le finestre degli edifici.

La tecnologia è in fase di sviluppo nei laboratori della Ubiquitous Energy, filiale americana della Nippon Sheet Glass, il più grande produttore di vetro giapponese.

Si tratta di un rivestimento high-tech trasparente, quindi invisibile all’occhio dei passanti, in grado di generare energia elettrica dall’esposizione ai raggi solari.

In una nota la società ha spiegato che “queste finestre sono in grado di generare energia ad alta efficienza, utilizzando i raggi ultravioletti e infrarossi come fonti di energia, pur mantenendo lo stesso livello di trasparenza delle normali finestre e offrendo eccellenti proprietà di schermatura e isolamento termico”.

L’energia elettrica generata è trasmessa tramite cavi integrati al telaio della finestra ad una batteria, che poi potrà alimentare qualsiasi dispositivo o migliorare l’efficienza energetica dell’edificio e della casa.

Il progetto vede la Nippon Sheet Glass a capo di un consorzio a cui partecipano anche Eneos, la East Japan Railway Company e lo studio di architettura giapponese YKK AP.

Le sperimentazioni negli USA

Le finestre fotovoltaiche sono oggetto di studio e ricerca da anni. Già nel 2014, ricercatori della Michigan State University svilupparono i primi pannelli solari completamente trasparenti, proprio con il fine di applicarli a delle finestre.

Secondo stime degli studiosi americani, la tecnologia dei pannelli solari fotovoltaici trasparenti, se adeguatamente sviluppata e diffusa, potrebbe fornire il 40% dell’energia elettrica all’intero Paese.

Se combinata con il fotovoltaico sui tetti, facilmente si raggiungerebbe una copertura del 100% del fabbisogno di elettricità nazionale degli Stati Uniti.

Sempre Ubiquitous Energy aveva lanciato l’idea di grattacieli ricoperti di finestre fotovoltaiche, come degli enormi parchi solari verticali.

Le prime finestre solari per ogni tipo di installazione (dal pavimento, passando alle finestre degli appartamenti, fino al tetto) saranno prodotte in serie a partire dal 2024.

Finestre fotovoltaiche già in uso nei Paesi Bassi e in Danimarca

Nei Paesi Bassi la società Physee ha annunciato nel 2022 l’avvio dei lavori di installazione di smart windows, cioè finestre che contengono sia celle solari per generare energia elettrica pulita, sia sensori per la gestione intelligente dei consumi energetici di casa.

Secondo l’azienda in questione, tali finestre potrebbero ridurre i costi energetici di un edificio anche del 30%.

Una tecnologia simile utilizzata per la Copenhagen International School, con 12 mila pannelli solari trasparenti (anche se colorati) è in grado già oggi di fornire 200 MW annue, che equivale a oltre la metà dell’energia elettrica consumata nell’edificio.

Giornalista

Articoli correlati