Roma, 21/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

210mila nuove installazioni, ma sono solo in 6 a produrre. Il gap italiano del fotovoltaico

11fotovoltaico in Italia
Home > News > Solare > 210mila nuove installazioni, ma sono solo in 6 a produrre. Il gap italiano del fotovoltaico

Dal report di 28 pagine sul panorama italiano del fotovoltaico, realizzato da GSE (Gestore dei Servizi Energetici), RSE, ENEA ed Elettricità Futura, in supporto all’ International Energy Agency (IEA) Photovoltaic Power System Programme, emergono due dati salienti: 28.121 GWh installati nel 2022, e soltanto 6 aziende produttrici.

Il National Survey Report of PV

Quanti impianti solari sono stati installati in Italia nel 2022? E da quali imprese? Una fotografia dettagliata del settore fotovoltaico nel Bel Paese è fornita dal report National Survey Report of PV Power Applications in Italy 2022, il documento realizzato da GSE, RSE, Enea ed Elettricità Futura in supporto all’ International Energy Agency Photovoltaic Power System Programme (IEA PVPS).

LEGGI IL REPORT INTEGRALE

210 mila nuove installazioni  

Secondo quanto riportato dal documento, le nuove installazioni fotovoltaiche nel 2022 sono state circa 210mila, un record per gli standard dell’ultimo decennio, aggiungendo quasi 2,5 GW di nuova capacità rinnovabile al mix energetico nazionale. Dati degni di nota sono quelli riguardanti la produzione di energia da centrali solari: 28.121 GWh nel 2022, di cui circa 4.727 GWh provenienti dal settore residenziale, 5.250 GWh dal terziario, 3.012 GWh dal mondo agricolo e la quota restante dal comparto industriale. Anche l’autoconsumo ha toccato numeri importanti, con 6.227 GWh, ossia il 22,5% della produzione fotovoltaica nazionale totale.

Nel 2022 il costo di un modulo standard è di 0,45€/W

Fortunatamente, negli ultimi 14 anni il costo dei pannelli è sceso sensibilmente, passando dagli iniziali €2,50 agli attuali €0,45 per un modulo standard in silicio cristallino. Il report evidenzia una tendenza analoga per l’installazione degli impianti, che varia da una media di 1,60 €/W per i tetti residenziali (sotto i 10 kW), a 1,25 1,50 €/W per i tetti commerciali (10-100 kW) e 0,90 – 1,20 €/W per le coperture solari industriali (taglia 100-250 kW). É bene ricordare che il documento si riferisce sempre ad impianti fotovoltaici centralizzati connessi alla rete, montati a terra, e che funzionano come centrali elettriche. L’energia elettrica generata in questo tipo di impianti non è legata ad un cliente specifico e lo scopo è quello di produrre energia elettrica per la vendita.

I produttori

Ed ecco la contraddizione. Ag oggi il Bel Paese può contare su una filiera specializzata che mira allo sviluppo di tecnologie innovative di moduli fotovoltaici ad alta efficienza, come il fotovoltaico integrato (i-PV) negli edifici (BIPV o BAPV) o la mobilità elettrica (VIPV). Un comparto che però, dal quadro emerso, appare ancora piuttosto scarno in quanto costituito soltanto da 6 produttori.

Nel 2022, la produzione annua totale delle società segnalate nel documento è di 48,06 MW, su una capacità produttiva totale di 550 MW/anno, ma che potrebbe essere maggiore perché non tutte le aziende hanno partecipato all’intervista.

Le 6 aziende in questione sono: 

Articoli correlati