Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Approvato il Net-Zero Industry Act: nucleare fuori dalla lista delle rinnovabili

11
Home > News > Nucleare > Approvato il Net-Zero Industry Act: nucleare fuori dalla lista delle rinnovabili

Via libera della Commissione europea al piano industriale Net-Zero, con l’obiettivo di arrivare almeno al 40% delle tecnologie a emissioni zero entro il 2030. Si punta su 8 rinnovabili, ma il nucleare resta fuori dall’elenco. 

Il Net-Zero Industry Act: l’ok della Commissione

La Commissione europea ha adottato il Net-Zero Industry Act, il piano industriale che si pone l’obiettivo di introdurre un quadro normativo semplificato per lo sviluppo di tecnologia pulita in Europa, come risposta all’IRA (Inflation Reduction Act) degli Usa e come perno principale del Green Deal

Con il Net-Zero si vogliono individuare una categoria di progetti strategici importanti per la transizione energetica, allo scopo anche di stabilire nuovi standard di sostenibilità. Secondo la Commissione, queste iniziative dovranno godere di procedure accelerate e fondi considerati prioritari, in quanto di primario interesse pubblico. 

Si punta su 8 rinnovabili: resta fuori il nucleare

Bruxelles ha individuato un elenco di 8 fonti rinnovabili, che riceveranno un sostegno particolare e saranno soggette al target del 40% entro il 2030: il solare fotovoltaico e termico, l’eolico onshore e offshore, le batterie, le pompe di calore e l’energia geotermica, l’idrogeno rinnovabile, le tecnologie del biometano, cattura e stoccaggio del carbonio e le tecnologie di rete

Nelle precedenti bozze di regolamento, era stata anche inclusa la fissione nucleare. Ma, dopo giorni di divisioni interne, è stata poi eliminata. Tuttavia, la Commissione si è mostrata aperta alla possibilità di sostenere, in misura diversa, anche altre tecnologie, tra cui i combustibili alternativi sostenibili, le tecnologie avanzate per la produzione di energia da processi nucleare con scorie minime dal ciclo del combustibile, i piccoli reattori modulari. 

Dopo il via libera dell’esecutivo Ue, la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, ha commentato: “Abbiamo bisogno di un contesto normativo che ci consenta di accelerare rapidamente la transizione verso l’energia pulita. Il Net-Zero Industry Act farà proprio questo”.

Articoli correlati