Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

La Nuova Zelanda come pioniere del trasporto aereo sostenibile

11
Home > News > Idrogeno > La Nuova Zelanda come pioniere del trasporto aereo sostenibile


Una join venture di sei aziende per promuovere la diffusione commerciale di aerei ecologici alimentati a idrogeno.

La partnership

Una partnership tra sei aziende, che fanno parte del consorzio statunitense ‘Hydrogen Consortium’ e che comprende Airbus, Air New Zealand, la società di energia verde Fortescue Future Industries, l’azienda energetica Hiringa Energy, la compagnia Fabrum e l’aeroporto di Christchurch, città del sud della Nuova Zelanda, vuole incentivare la costruzione e l’utilizzo di velivoli più sostenibili.

Nei prossimi sei mesi, Hydrogen Consortium vuole, in una prima fase, progettare un vero e proprio ecosistema dell’idrogeno per l’aviazione in Nuova Zelanda, con un percorso costituito da iniziative politiche, regolamenti e incentivi. La seconda fase invece, avrà come obiettivo quello di effettuare voli di prova di questi nuovi aerei per testarli e verificarne le capacità. 

 Nuovi aeromobili per un futuro più sostenibile

L’amministratore delegato di Fortescue Future Industries, Mark Hutchinson, ha dichiarato in un comunicato che “questa partnership segna un momento importante per iniziare a viaggiare senza inquinare l’ambiente con i combustibili fossili. La nostra missione è proprio eliminarli e l’idrogeno verde è la chiave per raggiungere questo obiettivo”. 

L’amministratore delegato dell’aeroporto di Christchurch, Justin Watson, ha spiegato che “esistono nuovi carburanti più sostenibili per l’aviazione, in grado di ridurre le emissioni fino all’80%”, e che sono in corso numerose ricerche su come commercializzarli.

Airbus sta lavorando per sviluppare e mettere in servizio il primo aereo commerciale per passeggeri a emissioni zero al mondo entro il 2035 e l’azienda Fabrum, che ricerca soluzioni a idrogeno liquido, ha anche sviluppato una tecnologia più leggera per costruire i serbatoi di tali velivoli.

Andrew Clennett, amministratore delegato di Hiringa Energy, ha aggiunto che “l’adozione dell’idrogeno verde sta facendo dei progressi in tutto il mondo e la Nuova Zelanda è ben posizionata per essere il leader del settore”.

“Ci sono autobus, camion, treni e barche già in servizio che vengono alimentati in questo modo, compresa la barca da inseguimento dell’Emirates Team New Zealand. Gli aerei sono un passo successivo fondamentale e – ha concluso – questo consorzio è stato costituito per garantire che tutto questo possa divenire realtà”.

Articoli correlati