Roma, 18/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Idrogeno green, Snam lancia un progetto per sostenere l’import di 10 milioni di tonnellate annue dal Nord Africa

11
Home > News > Idrogeno > Idrogeno green, Snam lancia un progetto per sostenere l’import di 10 milioni di tonnellate annue dal Nord Africa

La società italiana Snam ha lanciato un progetto per sostenere l’import di idrogeno dal Nord Africa. L’iniziativa si chiama SunsHyne Corridor ed è stata avviata in collaborazione con altri quattro TSO (transmissions system operators) europei. 

Il progetto SunsHyne Corridor

Il progetto SunsHyne Corridor è stato avviato a fine 2021 con l’obiettivo di dare un contributo all’importazione dei 10 milioni di tonnellate annue di H2 green da fonti extra europee a partire dal 2030, come stabilito nel programma REPowerEU

Tutto questo, anche al fine di consentire un afflusso costante di idrogento pulito proveniente dal Nord Africa e diretto ai mercati occidentali, passando in particolare attraverso l’Italia, l’Austria, la Slovacchia e la Repubblica Ceca.

I partner TSO dell’iniziativa

L’iniziativa è stata lanciata da Snam, e gli altri partner che hanno partecipato al progetto sono la società austriaca TAG, la slovacca Eustream, la ceca NET4GAS e la tedesca OGE, tutte TSO, ovvero operatori di trasmissione energetica. 

Entro il 2030, si prevede di poter gestire una rete di idrogenodotti, opere costruite proprio per il trasporto del combustibile attraverso delle tubature, lunga 3.400 Km e costituita per l’85% di pipeline già utilizzate per il gas naturale, riconvertite poi ad H2.

Le caratteristiche del SunsHyne Corridor

Quali sono le altre caratteristiche del SunsHyne Corridor? Potrà assicurare all’Europa l’approvvigionamento di idrogeno su larga scala, la cui domanda raggiungerà entro i prossimi 7 anni i 100 TWh.

Ma questo sarà tutto da vedere, anche in base alla capacità dell’infrastruttura di import dal Nord Africa che dovrebbe essere di 450 GWh al giorno; mentre quella di export verso l’Austria punta invece ai 170 GWh quotidiani. 

Articoli correlati