Roma, 17/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Idrogeno green, Autobrennero investirà 150 milioni di euro

11trasporti
Home > News > Idrogeno > Idrogeno green, Autobrennero investirà 150 milioni di euro

Al Festival dell’Economia di Trento l’amministratore delegato di Autostrada del Brennero, Diego Cattoni, ha rilanciato l’idrogeno verde per decarbonizzare i trasporti: “Faremo cinque stazioni di produzione di idrogeno utilizzando principalmente energia idroelettrica; poi faremo nove punti di rifornimento per i mezzi pesanti”.

Diego Cattoni (Autostrade del Brennero): “Faremo cinque stazioni di produzione di idrogeno utilizzando principalmente energia idroelettrica”

L’idrogeno verde da impiegare come carburante pulito per decarbonizzare inizialmente i trasporti pesanti e poi anche la mobilità privata. Non è solamente un’opzione, ma un obiettivo e uno dei più rilevanti per la transizione ecologica ed energetica del Paese, già inscritto nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

Autostrade del Brennero ha pianificato nuovi investimenti sull’idrogeno verde per realizzare nuovi centri di produzione e distribuzione lungo le due direzioni dell’A22.

È quanto confermato dall’amministratore delegato di Autostrada del Brennero, Diego Cattoni, parlando all’incontro su “La rivoluzione attesa dell’idrogeno” al Festival dell’Economia di Trento: “Crediamo molto a questo progetto in cui stiamo investendo 150 milioni di euro. Faremo cinque stazioni di produzione di idrogeno utilizzando principalmente energia idroelettrica; poi faremo nove punti di rifornimento per i mezzi pesanti”.

Il Corridoio green del Brennero

L’amministratore delegato ha poi ricordato non solo la centralità di questi nuovi impianti per migliorare la qualità dell’aria dei territori attraversati dall’infrastruttura stradale e ridurre la quota di inquinanti in atmosfera, ma anche per il valore strategico che l’A22 ha nelle principali rotte commerciali Nord-Sud tra Europa e Mediterraneo.

L’ampliamento del passaggio del Brennero è infatti legato alle stime di incremento del traffico merci su gomma proveniente direttamente dal Canale di Suez, da cui arriveranno un numero maggiore di cargo che andranno a movimentare una gran mole di merci nei porti della sponda Sud del Mediterraneo (quindi anche Gioia Tauro, Cagliari, Livorno e Genova).

Questo significherà un aumento progressivo del traffico merci su gomma e l’Autostrada del Brennero vuole essere il fulcro di un nuovo Corridoio Green, in cui inserire i nuovi centri di produzione/distribuzione (di cui il primo è stato aperto nel 2014).

L’idrogeno verde sull’A22

Idrogeno green perché ottenuto da impianti idroelettrici. Il primo, attivato più di otto anni fa, realizzato da Autostrada del Brennero e gestito dall’Istituto per Innovazioni Tecnologiche (IIT), è in grado di produrre 180 metri cubi di idrogeno all’ora, per un totale annuo di oltre 1,5 milioni di metri cubi di combustibile pulito, prodotto dalla centrale idroelettrica di Cardano.

Il distributore ha la capacità di rifornire circa 15 autobus ad idrogeno al giorno con autonomia di 200-250 km o fino a 700 autovetture. Il conseguente risparmio annuo ambientale si attesta a 525.000 litri di benzina o 440.000 litri di diesel che corrispondono ad oltre 1.200.000 kg di anidride carbonica non emessa in atmosfera.

L’obiettivo finale è costruire altri 8 centri di produzione/distribuzione sulla stessa linea, con punti di rifornimento non oltre i 100 km di distanza gli uni dagli altri.

Idrogeno verde e PNRR

Con la firma del Decreto che dà attuazione all’Investimento 5.2 (M2C2) del PNRR, il ministero dell’Ambiente mette a disposizione 450 milioni di euro per finanziare progetti finalizzati allo sviluppo della filiera dell’idrogeno verde, elemento fondamentale nel processo di decarbonizzazione dell’industria, dei trasporti e del terziario.

Sono assegnati 250 milioni a progetti IPCEI (Importanti Progetti di Comune Interesse Europeo) per la realizzazione di impianti per la produzione di elettrolizzatori e 200 milioni ad ulteriori progetti che saranno selezionati attraverso avvisi pubblici di prossima pubblicazione, finalizzati alla realizzazione sia di ulteriori impianti per la produzione di elettrolizzatori, sia di impianti per la produzione di componenti a servizi degli elettrolizzatori stessi.

Giornalista

Articoli correlati