Roma, 23/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

La diga elettrica cinese che potrebbe rallentare la rotazione terrestre

11
Home > News > Idroelettrico > La diga elettrica cinese che potrebbe rallentare la rotazione terrestre

La diga delle Tre Gole, che attraversa il fiume Yangtze in Cina, è considerata la centrale idroelettrica più grande al mondo, così tanto che gli scienziati della NASA pensano che potrebbe influenzare e rallentare la rotazione terrestre, allungando le giornate.

Cosa sostiene la NASA

La NASA sostiene che una centrale idroelettrica così grande potrebbe rallentare la rotazione terrestre. In che modo?

Nella diga, l’acqua può raggiungere i 175 metri sul livello del mare, con un serbatoio che è in grado di immagazzinare 39,3 km cubi di liquido. 

A pieno regime, l’acqua dell’impianto pesa 42 miliardi di tonnellate, e questo aumento di massa potrebbe influire sul ‘momento di inerzia della Terra’, ovvero un fenomeno che descrive l’inerzia di un corpo rotante rispetto al suo movimento.  Maggiore è la distanza della massa in questione dal suo asse di rotazione, minore è la velocità con cui ruota.

Come la centrale potrebbe rallentare la rotazione terrestre

Su questa centrale, gli scienziati NASA hanno calcolato che l’aumento di massa potrebbe rallentare leggermente la rotazione terrestre, aumentando la durata dei giorni di 0,06 microsecondi.

Inoltre, la differenza renderebbe il pianeta Terra un po’ più rotondo al centro e più piatto in alto, provocando uno spostamento di 2 centimetri nella posizione dei poli.

L’impianto idroelettrico più grande al mondo in termini di capacità totale: 22.500 KW

La diga delle Tre Gole è considerato l’impianto per la produzione di energia idroelettrica più grande al mondo in termini di capacità totale, in grado di produrre 22.500 KW e distribuire energia a milioni di persone grazie ai suoi 34 generatori.

Si trova in Cina, nella provincia di Hubei e lungo il fiume Yangtze. È alta 181 metri e dispone di un bacino idrico a monte della struttura che si estende per circa 630 km.

Il nome nasce dalle tre gole, ovvero i tre canyon, che sono presenti vicino al corso d’acqua e dove, proprio su una di queste, cioè sulla gola Xilingxia, è stata costruita la struttura. 

Produrre elettricità e arginare le alluvioni

La realizzazione della centrale ha avuto inizio nel 2006, ma solo nel 2012 è entrata poi in funzione. Ma l’impianto non è stato messo a punto solo per produrre elettricità, ma anche per arginare le periodiche alluvioni che colpiscono l’area e migliorare la navigazione del fiume Yangtze. 

Sono state innumerevoli le inondazioni che hanno devastato i villaggi della zona, causando per esempio, nel 1931, la morte di 3,7 milioni di persone. 

Articoli correlati