Roma, 17/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Eolico e idroelettrico ai massimi storici in Spagna e Portogallo

11eolico Spagna e Portogallo
Home > News > Eolico > Eolico e idroelettrico ai massimi storici in Spagna e Portogallo

Sembra che nella Penisola Iberica le perturbazioni degli ultimi giorni abbiano avuto un impatto più che positivo sulla produzione di energia elettrica da rinnovabili. In particolare in Spagna, dove il ciclone Nelson ha alimentato la generazione eolica e idroelettrica, portando allo zero i costi dell’elettricità. Anche il Portogallo riporta numeri record nell’ultimo trimestre 2024, con 7.280 MW di potenza idroelettrica massima immessa in rete.

L’impatto degli eventi atmosferici sulle rinnovabili

Se da un lato, fenomeni atmosferici sempre più estremi possono causare gravi danni alle tecnologie impiegate nella produzione di energia da fonti rinnovabili, dall’altro l’impatto di cicloni e raffiche di vento sulla generazione energetica può essere davvero positivo. A dimostrarlo è stato il ciclone Nelson abbattutosi sulla Penisola Iberica qualche giorno fa. Dai dati riportati dall’operatore energetico spagnolo OMIE, sembra infatti, che grazie alla perturbazione, con folate arrivate a raggiungere fino a 100km/h, turbine e centrali idroelettriche abbiano portato quasi allo zero il costo dell’elettricità. D’altronde Spagna e Portogallo non sono nuovi alle cifre record, con coperture rinnovabili che hanno sfiorato il 90% nell’ultimo trimestre del 2024.     

Spagna

Il prezzo dell’elettricità in Spagna ha toccato lo zero sul mercato all’ingrosso. Secondo quanto riportato dall’Operatore iberico dell’energia (Omie), il fenomeno è stato possibile grazie all’aumento della produzione di energia eolica e idraulica, registrato con la forte perturbazione che da giorni colpisce il Paese. Tuttavia, sebbene nelle prime giornate di Aprile il costo dell’elettricità sia rimasto pressoché nullo in diverse fasce orarie, raggiungendo addirittura la zona negativa (-0,01 euro) tra le 13 e le 16, tale riduzione non è stata rilevata anche sulle bollette dei consumatori finali,anzi. Di riflesso è scattato un rincaro automatico sull’Iva dell’elettricità, dal 10% al 21%.

Portogallo

Numeri altrettanto promettenti sono quelli diffusi dall’operatore della rete nazionale portoghese Redes Energeticas Nacionais (REN). Secondo quest’ultimo, nel primo trimestre del 2024, gli impianti di energia rinnovabile in Portogallo hanno coperto l’89% del consumo di elettricità totale del Paese, il valore più alto dal 1978 (quando il sistema nazionale non disponeva ancora di una componente termica rilevante). In questo contesto l’idroelettrico rappresenta il 47% del consumo, con 7.280 MW di potenza massima immessa in rete, l’eolico il 31%, il solare fotovoltaico (PV) il 6% e la biomassa il 5%