Roma, 04/03/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Gas, bolletta più leggera in arrivo. Arera: 13% in meno di spesa sui consumi di febbraio

11
Home > News > Gas > Gas, bolletta più leggera in arrivo. Arera: 13% in meno di spesa sui consumi di febbraio

Bolletta del gas in calo anche sui consumi di febbraio

Lo spauracchio delle super bollette forse ce lo lasceremo alle spalle per questo inverno ormai agli sgoccioli. Intendiamoci, i costi energetici sono sempre troppo alti rispetto all’anno passato, ma almeno non c’è stata la conferma delle previsioni più nere formulate durante lo scorso autunno.

Secondo i dati comunicato dall’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera), continua il calo della bolletta gas per le famiglie ancora in tutela.

In base all’andamento medio del mercato all’ingrosso italiano nel mese di febbraio 2023 e per i consumi dello stesso mese, per la famiglia tipo in tutela si registra una diminuzione del -13% della bolletta rispetto al mese di gennaio 2023, che già aveva subito una decisa riduzione”, si legge nel comunicato ufficiale.

Già durante il mese di gennaio, infatti, l’Arera aveva registrato una diminuzione del 34,2% del costo dei consumi in bolletta.

Per il mese di febbraio, che ha registrato una quotazione media all’ingrosso ancora più bassa rispetto a quella di gennaio, il prezzo della materia prima gas (CMEMm), per i clienti con contratti in condizioni di tutela, è pari a 56,87 €/MWh.

Ma il prezzo del combustibile fossile potrebbe tornare a crescere nei prossimi mesi

Stamattina il prezzo del gas sul TTF di Amsterdam sfiorava i 48 euro al megawattora, segnando un +2%. Ma in generale il prezzo del gas in Europa è visto in rialzo nei prossimi mesi. Fino a quando non si stabilizzerà il quadro generale delle nuove forniture all’Europa in sostituzione di quelle russe (che comunque non sono a zero in questo momento) il prezzo del gas rimarrà sempre volatile e oggetto di speculazione, anche se non dovrebbe più raggiungere i pichi drammatici dell’anno scorso.

Il prezzo del gas nell’Ue resta gonfiato, ad esempio è quasi sette volte superiore a quello degli Stati Uniti. Ciò si ripercuote naturalmente sulla competitività dell’Europa e sul costo della vita dei nostri cittadini“, ha dichiarato il vicepresidente della Commissione europea, Maros Sefcovic, al termine della riunione del board della piattaforma Ue per gli acquisti congiunti di gas, rappresentato dai tecnici di alto livello dei governi nazionali.

Giornalista

Articoli correlati