Roma, 23/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Rinnovabili in Italia: il Sud più virtuoso del Nord sull’eolico

11Rinnovabili in Italia
Home > News > Eolico > Rinnovabili in Italia: il Sud più virtuoso del Nord sull’eolico

Secondo i dati Eurispes, Lombardia, Puglia e Trentino Alto Adige sono le regioni più virtuose in Italia per l’ energia rinnovabile con , rispettivamente, 17.239 Gwh, 10.729 Gwh e 10.642 Gwh prodotti. La generazione di energia da impianti fotovoltaici risulta equamente distribuita nel Paese, ma la forbice tra Nord e Sud cresce se si guarda a eolico e idroelettrico. Dato sorprendente quello della Toscana, dove le centrali geotermiche costituiscono il 69% della produzione da rinnovabili.

Divario Nord-Sud

Se è vero che lo “Stivale” è diviso tra Nord e Sud, per quel che concerne la produzione di energia da fonti rinnovabili il distacco è dovuto soprattutto a cause naturali, legate alla morfologia del territorio e alle sue prerogative. I dati Eurispes relativi al comparto energetico delle rinnovabili nel Paese, evidenziano che il divario registrato tra regioni settentrionali e meridionali è però attribuibile sia a fattori geografici, sia alle scelte attuate in termini di sfruttamento dell’energia.

Produzione di energia elettrica pulita

La presenza di condizioni atmosferiche più favorevoli rende, infatti, il Sud molto virtuoso per quel che concerne eolico e fotovoltaico, mentre la produzione di energia idroelettrica è localizzata prevalentemente a Nord, ricco di fiumi e bacini idrici.

Tuttavia, poiché la presenza del sole risente meno delle differenze geografiche, la produzione di energia solare risulta distribuita più equamente sul territorio nazionale. In questo caso la forbice dipende più dalle scelte fatte a livello regionale, relativamente all’utilizzo e allo sfruttamento delle diverse risorse energetiche. Non vanno però dimenticate la disponibilità di suolo e le procedure di autorizzazione burocratica che, soprattutto nell’istallazione di impianti di grandi dimensioni, possono causare forti limitazioni e impedimenti.

Impianti eolici

Relativamente alla produzione di energia elettrica da impianti eolici, emerge come la quasi totalità (96%) in Italia si trovi nel Mezzogiorno. In particolare, la regione con la maggior produzione di energia eolica, nel 2021, è stata la Puglia con 5.387,8 GWh, seguita da Campania (3.557,1 GWh) e Sicilia (3.393,9 GWh).

Energia idroelettrica

I fiumi e i bacini idrici presenti al Settentrione fanno sì che circa l’80% di energia idroelettrica in Italia venga prodotta dalle regioni del Nord del Paese. I maggiori produttori a livello nazionale sono la Lombardia e il Trentino-Alto Adige, che insieme rappresentano circa il 44% della produzione, cui seguono Piemonte e Veneto che rappresentano rispettivamente il 13% e il 10% della produzione termoelettrica nazionale.

Fotovoltaico

In Italia il maggior produttore di energia fotovoltaica è la Puglia con 3.880,9 GWh prodotti nel 2021, seguita da Lombardia (2.545,5 GWh), Emilia-Romagna (2.394,4 GWh), Veneto (2.258,0 GWh), Sicilia (1.901,7 GWh), Piemonte (1.883,6 GWh) e Lazio (1.736,0 GWh).

Energia geotermica

Di rilievo il caso della Toscana dove si trovano gran parte delle centrali geotermiche italiane. Situate nella zona di Larderello – Travale – Radicondoli e del Monte Amiata, oltre a costituire il 69% della produzione complessiva di energia rinnovabile della regione, riescono a soddisfare circa il 30% del fabbisogno elettrico regionale.

Articoli correlati