Roma, 21/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Record per la Gran Bretagna: per 3 mesi l’eolico batte il gas

11
Home > News > Eolico > Record per la Gran Bretagna: per 3 mesi l’eolico batte il gas

In Gran Bretagna, da gennaio a marzo 2023, le rinnovabili hanno fornito il 42% dell’elettricità impiegata. In particolare, per quel che concerne l’eolico, il Paese ha raggiunto un record assoluto, arrivando alla percentuale del 32,4% e superando quella del gas. 

La produzione record di energia eolica

Per quanto riguarda l’energia eolica generata in Inghilterra nel periodo compreso tra gennaio e marzo 2023, nel Paese si è registrato un record assoluto, mai riscontrato finora, con una produzione che ha superato quella del gas. 

I dati: con il 32,4% l’eolico batte lo 0,7% di gas

Le turbine britanniche aveva già dato segno di ottime performance, aiutando la Nazione a liberarsi del carbone, ma adesso, secondo i dati elaborati dall’Imperial College di Londra e rilasciati da Drax per l’anteprima del rapporto Electric Insights, nei tre mesi presi in considerazione l’eolico ha fornito il 32,4% dell’elettricità, superando lo 0,7% del gas naturale.

A quest’ultimo, va attribuita la produzione di poco più di 23 TWh, in calo del 5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Riguardo l’energia ottenuta dal vento invece, sono stati generati 24 TWh nel primo trimestre 2023, contribuendo, con altre fonti alternative, a mettere a disposizione del Paese il 42% di elettricità pulita.

Le rinnovabili in Gran Bretagna e la loro importanza per l’Ue

In Gran Bretagna, in generale, le rinnovabili quali eolico, solare, biomasse e idroelettrico hanno dunque compiuto dei passi da gigante, portando il carbone a crollare a meno di 1 TWh

Nucleare e importazioni hanno poi contribuito con 9,2 TWh ciascuno, ma i veri progressi, oltre che nell’energia eolica, sono stati riscontrati anche nel fotovoltaico. 

Le due fonti green, insieme, hanno generato un quinto dell’elettricità dell’Ue (22%), superando per la prima volta il gas fossile (20%) e rimanendo comunque al di sopra dell’energia da carbone (16%), secondo quello che è emerso dalla Electricity Review del 2022 del think tank Ember.

Articoli correlati