Roma, 21/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

L’energia eolica e solare della Cina potrebbe bastare ad alimentare ogni casa

11
Home > News > Eolico > L’energia eolica e solare della Cina potrebbe bastare ad alimentare ogni casa

In Cina le turbine eoliche e i pannelli solari stanno generando elettricità quasi sufficiente ad alimentare tutte le abitazioni. 

Scarica il rapporto IEA “Electricity Market Report 2023”

Le rinnovabili in Cina

L’Amministrazione nazionale dell’energia cinese ha tenuto lunedì 13 febbraio una conferenza stampa per presentare lo sviluppo delle rinnovabili nel Paese nel 2022.

Secondo i dati che sono stati mostrati, nello scorso anno la produzione annuale di energia eolica e fotovoltaica della Cina ha superato per la prima volta 1000 miliardi di kWh, raggiungendo esattamente 1190 miliardi, con un aumento su base annua del 21%. 

Nel 2022, l’energia rinnovabile generata ha raggiunto 2700 miliardi di kWh, pari al 31,6% del consumo di elettricità, e tale produzione è stata equivalente a una riduzione di 2,26 miliardi di tonnellate di emissioni nazionali di anidride carbonica e di circa 573 milioni di tonnellate negli altri Paesi in cui i cinesi hanno esportato prodotti sostenibili.

“Lo scorso anno i moduli fotovoltaici, le turbine eoliche, i riduttori e altri componenti chiave prodotti qui hanno rappresentato il 70% della quota di mercato globale” ha dichiarato Wang Dapeng, un funzionario dell’Amministrazione nazionale dell’energia.

“La Cina è diventata un partecipante attivo nella lotta globale al cambiamento climatico e gioca oggi un ruolo importante”, ha concluso il funzionario.

La domanda di energia – Il rapporto IEA

Nonostante la crisi energetica, la crescita della domanda di elettricità a livello mondiale è solo leggermente rallentata nello scorso anno, e si prevede adesso un’accelerazione, secondo il rapporto “Electricity Market Report 2023” dell’International Energy Agency (IEA). 

Da ciò che emerge nel report, le fonti rinnovabili nei prossimi tre anni, insieme all’energia nucleare, riusciranno a soddisfare la maggior parte dell’aumento della domanda globale di energia elettrica, rendendo improbabile un aumento significativo delle emissioni. Più del 70% di questo aumento, fino al 2025, proverrà dai paesi emergenti e in particolare da India, Sud-Est asiatico e Cina, che da sola conterà per 1/3 dei consumi, nonostante le incertezze economiche che sta vivendo dovute alle restrizioni Covid. 

Articoli correlati