Roma, 15/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

In Sicilia il primo parco eolico galleggiante del Mediterraneo, da 2.9 GW

11eolico galleggiante
Home > News > Eolico > In Sicilia il primo parco eolico galleggiante del Mediterraneo, da 2.9 GW

Il primo parco eolico galleggiante del Mediterraneo sorgerà a largo delle coste siciliane, verso il versante tunisino. 

Il progetto Mediterranean wind off shore (MeDWos)

Questo enorme progetto prende il nome di Mediterranean wind off shore (MeDWos) e prevede la costruzione di ben 190 turbine eoliche con una potenza prodotta finale pari a 2.9 GW

Le caratteristiche: 1 miliardo all’anno per soddisfare il fabbisogno di 3,4 milioni di famiglie

Tra le caratteristiche del maxi-parco, la più importante è l’utilizzo della tecnologia galleggiante chiamata floating: le pale vengono ancorate ma non fissate nel fondale, al fine di salvaguardare al massimo l’ambiente marino e produrre, allo stesso tempo, una quantità d’energia green che sarà in grado di soddisfare il fabbisogno di 3,4 milioni di famiglie, per un fatturato di 1 miliardo all’anno.

Le pale eoliche in mare aperto saranno disposte a circa 3.5 km di distanza l’una dall’altra e a centinaia di metri in profondità, e serviranno anche da avvistamento e segnalazione di spostamenti di cetacei, grazie a delle telecamere e a degli appositi segnali radar che verranno fissati sopra i generatori.

Altra novità saranno anche gli alloggiamenti per gli uccelli migratori, previsti per offrire loro la possibilità di riposare e poi ripartire per i voli di trasferimento dall’Africa all’Europa e viceversa.

Come nasce il primo parco eolico galleggiante del Mediterraneo

MeDWos nasce dalla collaborazione tra Toto Holding e la sua controllata Renexia, sulla base di un’analisi che ha previsto diversi fattori da tenere in considerazione: per esempio, le pale si trovano a questa distanza tra loro per consentire il passaggio del traffico marittimo, sia commerciale che turistico. 

Anche diverse associazioni ambientaliste, come Legambiente, Greenpeace e Marevivo hanno preso parte all’iniziativa, condividendo la loro esperienza e sottolineando come questo progetto sia unico nel suo genere, non solo perché rappresenta il primo parco eolico galleggiante del Mediterraneo, ma anche ma anche per la sua dimensione e la sua innovativa realizzazione con il sistema floating.

Articoli correlati