Roma, 22/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

USA, dal DOE 400 milioni di dollari per finanziare batterie allo zinco

11Dipartimento energia Stati Uniti
Home > News > Elettrificazione > USA, dal DOE 400 milioni di dollari per finanziare batterie allo zinco

Un prestito da 400 milioni di dollari per supportare il progetto della Eos Energy, leader nei sistemi di accumulo. Il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti ha deciso di finanziare batterie agli alogenuri di zinco, alternativa valida per immagazzinare energia rinnovabile a un costo inferiore rispetto a quello possibile con le attuali batterie agli ioni di litio.

400 milioni ad Eos Energy

Il Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti ha deciso di finanziare con 400 milioni di dollari Eos Energy, azienda leader nel settore dei sistemi di accumulo, che con le sue batterie agli alogenuri di zinco, offre una valida alternativa alle batterie al litio.

Si tratta del primo “impegno condizionale” da parte dell’Ufficio del programma di prestito del DOE a un produttore di batterie specializzato in sistemi alternativi alle celle agli ioni di litio.

Zinco al posto del Litio nelle batterie 

Eos Energy produce batterie agli alogenuri di zinco, che l’azienda spera un giorno possano essere utilizzate per immagazzinare energia rinnovabile a un costo inferiore rispetto a quello possibile con le attuali batterie agli ioni di litio. Attualmente queste ultime rappresentano il modello prevalente per immagazzinare energia nei dispositivi, dai laptop ai veicoli elettrici, ma non è detto che la nuova tecnologia a base di zinco che Eos spera di commercializzare, possa immagazzinare elettricità per ore o addirittura giorni, a un prezzo inferiore. Infatti, sebbene il costo delle batterie al litio sia crollato negli ultimi dieci anni, c’è ancora una crescente necessità di abbassarlo. 

I vantaggi delle batterie agli alogenuri di zinco

Nelle batterie Eos, che ha sviluppato e modificato la tecnologia nell’ultimo decennio (le batterie allo zinco non sono una nuova invenzione), il catodo non è costituito dalla familiare miscela di litio e altri metalli. Qui l’ingrediente principale è lo zinco, il quarto metallo più prodotto al mondo. Le batterie agli alogenuri di zinco presentano alcuni potenziali vantaggi rispetto alle opzioni agli ioni di litio. Utilizzando un elettrolita a base d’acqua (il liquido che muove la carica in una batteria) invece del solvente organico, sono più stabili ed ignifughe. Queste batterie sono inoltre progettate per avere una durata maggiore rispetto alle celle agli ioni di litio – circa 20 anni invece di 10-15 – e non richiedono tante misure di sicurezza, come il controllo attivo della temperatura.

Negli Usa richiesta capacità di stoccaggio tra 225 e i 460 GW  

Com’è noto l’energia rinnovabile non è programmabile, nel senso che fonti come pannelli solari e turbine eoliche producono energia solo in modo intermittente (solo con il sole o quando c’è vento). Per garantire l’alimentazione elettrica da fonti rinnovabili  24 ore su 24, quindi, gli operatori della rete hanno bisogno di modi per immagazzinare il surplus di energia, finché non è necessario. La sola rete statunitense potrebbe necessitare tra 225 e 460 gigawatt di capacità di stoccaggio energetico di lunga durata entro il 2050.

Le condizioni del finanziamento 

Eos attualmente gestisce una fabbrica semi-automatizzata in Pennsylvania con una produzione massima di circa 540 megawattora all’anno (se fossero batterie agli ioni di litio, sarebbe una capacità sufficiente ad alimentare circa 7.000 veicoli elettrici negli Stati Uniti), anche se la struttura non produce a pieno regime. Il finanziamento del DOE supporterà fino a quattro linee aggiuntive completamente automatizzate nello stabilimento esistente. Complessivamente, le quattro linee potrebbero produrre otto gigawattora di batterie all’anno entro il 2026, sufficienti a soddisfare le esigenze quotidiane di un massimo di 130.000 famiglie. Trattandosi di un impegno condizionato, Eos per ricevere il finanziamento dovrà rispettare alcuni requisiti. Tra questi il raggiungimento di traguardi tecnici, commerciali e finanziari.

Articoli correlati