Roma, 21/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Per Bill Gates bisogna costruire più linee elettriche ad alta tensione

11energia elettrica
Home > News > Elettrificazione > Per Bill Gates bisogna costruire più linee elettriche ad alta tensione

Per un futuro più green, Bill Gates sostiene che bisogna investire di più su linee elettriche ad alta tensione. L’imprenditore sta sviluppando reattori nucleari per sostituire le centrali elettriche a carbone e sta investendo in soluzioni di accumulo di energia di nuova generazione. 

Linee elettriche ad alta tensione

Il cofondatore ed ex amministratore delegato di Microsoft, Bill Gates, crede che la costruzione di più linee elettriche ad alta tensione rappresenti il modo migliore per ottenere un aumento del 40-60% della domanda di elettricità.

“Potenziare la rete”

“Le aziende elettriche hanno da sempre collocato la maggior parte delle centrali vicino alle città”, ha scritto Gates sul suo blog ‘GatesNotes’. “Questo modello non funziona con il solare e l’eolico – ha aggiunto – perché i luoghi ideali per generare elettricità sono ben lontani dai centri urbani”.

Per l’imprenditore, se si vuole raggiungere l’obiettivo di zero emissioni di CO2 entro il 2050, bisogna avere una rete energetica potenziata, in grado di gestire l’aumento della domanda di elettricità stimato tra il 40 e il 60% con la richiesta di veicoli elettrici, stufe elettriche e altri apparecchi e infrastrutture alimentati allo stesso modo. 

Avere una rete potenziata significa anche costruire più linee ad alta tensione e renderle più lunghe ed efficienti, in modo da raggiungere anche i centri densamente popolati.

Il problema delle linee di trasmissione

In generale, le linee di trasmissione della corrente elettrica hanno dei limiti di lunghezza dovuti soprattutto alla resistenza o alle risonanze che delle sovratensioni potrebbero creare. Per trasportare potenze elevate, bisognerebbe dunque aumentare la tensione e portarla ad un livello altissimo, ma non è così facile. 

Per il programmatore americano, le energie green come il solare e l’eolico stanno facendo dei passi da gigante, ma non si trovano ancora soluzioni ideali al problema della trasmissione dell’energia, prodotta da un punto A ad un punto B, a lunghe distanze.

“Si può generare e immagazzinare tutta l’energia che si vuole, ma se non si ha modo di trasmetterla alle case o alle aziende, non serve a molto” ha dichiarato. 

Articoli correlati