Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

La prima nave da crociera norvegese al 100% elettrica con una batteria da 60 MWh

11
Home > News > Elettrificazione > La prima nave da crociera norvegese al 100% elettrica con una batteria da 60 MWh

La compagnia norvegese Hurtigruten sta sviluppando una nave elettrica in grado di catturare l’energia del Sole e del vento su vele retrattili, a supporto della decarbonizzazione.  

Le caratteristiche della nave: funzionerà con una batteria da 60 MWh

Si tratta di una nave a propulsione elettrica che verrà portata sul mercato nel 2030 e che prende il nome di Sea Zero.

I piani del progetto sono già stati rivelati a marzo dello scorso anno, ma solo di recente ne sono stati presentati i dettagli, al fine di dare un contributo per la decarbonizzazione del trasporto marittimo

Anche se le navi elettriche esistono già, la compagnia norvegese vuole compiere un passo avanti questa volta, ideando una nuova imbarcazione che non solo funzionerà esclusivamente con una batteria dalla capacità enorme, da 60 MWh, ma potrà anche garantire un’efficienza record, catturando l’energia del Sole che nei mari del nord può anche essere presente 24 ore su 24. 

Hurtigruten sta anche studiando diversi modi per rendere tutto ancora più funzionale, con due propulsori a poppa che si ritrarranno nello scafo durante la navigazione. 

Tre vele solari retrattili

Per coprire anche le grandi distanze però, la Sea Zero sarà dotata di tre vele solari retrattili, che si abbasseranno per superare i ponti e si alzeranno fino a 50 metri per catturare quanto più raggi possibili, grazie alla presenza dei pannelli fotovoltaici. 

Inoltre, saranno anche in grado di raggiungere una superficie di 1.500 metri quadri, e serviranno anche per produrre energia eolica fornendo una spinta aggiuntiva.

In caso di condizioni climatiche sfavorevoli, queste vele potranno anche abbassarsi fino a scomparire quasi del tutto, per non mettere a rischio l’equilibrio dello scafo.

Ridurre i consumi energetici

L’intera struttura si presenta con una forma aerodinamica che non è casuale, ma è stata studiata per produrre la minore resistenza possibile all’aria e ridurre così i consumi energetici.

All’interno della nave da crociera, ci saranno 270 cabine da dividere tra 99 membri dell’equipaggio e 500 passeggeri, che saranno invitati a minimizzare il proprio impatto climatico tramite un’app che monitorerà i consumi personali di acqua ed elettricità. 

Lo scopo? Rendere le persone consapevoli di quanto si danneggi l’ambiente con semplici gesti quotidiani, e di quanto invece si potrebbe migliorare semplicemente prestando maggiore attenzione alle proprie abitudini.

Navi più sostenibili

A bordo ci saranno anche programmi di intelligenza artificiale per assistere l’equipaggio nelle manovre e capire tutte le volte qual è il modo più sicuro per andare e tornare dal porto. 

La Sea Zero potrebbe rappresentare la ‘nave da crociera del futuro’ ed è un progetto a lungo termine, che deve ancora essere approfondito e aggiornato.  

L’azienda norvegese vuole dunque fare la differenza, riadattando le sue navi con delle tecnologie più sostenibili, che riducono i gas inquinanti come l’anidride carbonica e gli ossidi di azoto fino all’80%.

Articoli correlati