Roma, 22/02/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Il super-materiale che trasforma la luce migliorando l’efficienza energetica dei prodotti

11
Home > News > Elettrificazione > Il super-materiale che trasforma la luce migliorando l’efficienza energetica dei prodotti

È stato scoperto un nuovo materiale che riesce a trasformare la luce, assorbendo quella a bassa energia per farla divenire ad alta energia. In questo modo, sarà possibile progettare, in futuro, diversi apparecchi, come nuovi sensori per le auto o pannelli solari dalla più elevata efficienza energetica.

Un nuovo materiali dai diversi utilizzi

Il nuovo materiale è stato sviluppato dai ricercatori dell’Università del Texas, ad Austin, e potrebbe essere sfruttato per diversi utilizzi: costruire occhiali per la visione notturna alla guida, per realizzare strumenti più accurati per le diagnosi mediche alle stampanti 3D basate sulla luce, ma anche per progettare pannelli solari di nuova generazione, dalle dimensioni ridotte del 30% e dalla più elevata efficienza energetica.

Lo studio è stato anche pubblicato sulla rivista Nature Chemistry, proprio per la sua unicità nel riuscire a catturare la luce trasformandola. 

Com’ è stata testata la nuova scoperta 

Per testare la nuova scoperta, il team di ricerca ha combinato microscopiche nanoparticelle di silicio con delle molecole organiche, creando un composto ibrido che permette il passaggio degli elettroni dalle parti organiche a quelle inorganiche.

Questo processo ha consentito agli esperti di ottenere due sostanze diverse, il silicio e le molecole organiche, per poi unirle e dar vita non solo a una miscela , ma proprio a un nuovo materiale dalle proprietà uniche. 

Cosa è in grado di fare 

La nuova tecnologia, ribattezzata con l’appellativo ‘il super-materiale’, è in grado di trasformare i fotoni (le particelle della luce) a lunghezza d’onda lunga, cioè quelli meno energetici, in fotoni a lunghezza d’onda più corta, dunque dalla maggiore efficienza energetica, come quelli blu o ultravioletti, e potrebbe rappresentare una svolta anche nello sviluppo delle fonti rinnovabili.

Articoli correlati