Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Il rapporto: gli Stati Uniti otterranno il 40% di energia da fonti prive di C02 

11
Home > News > Elettrificazione > Il rapporto: gli Stati Uniti otterranno il 40% di energia da fonti prive di C02 

Un nuovo rapporto rivela che le fonti prive di anidride carbonica forniranno negli Usa oltre il 40% della produzione totale di energia. Si tratta di una cifra record.

Il rapporto

Il “Business Council for Sustainable Energy”, che sostiene in America le politiche energetiche e ambientali e offre delle analisi e degli approfondimenti sulla trasformazione energetica americana, ha pubblicato un rapporto che rivela che negli Usa, fonti prive di C02 forniranno oltre il 40% della produzione totale di energia.

Si tratta di dati che provengono in particolare dal Sustainable Energy in America 2023 Factbook, che mostra quali possono essere le prospettive future per un futuro più sostenibile negli Stati Uniti. 

La percentuale del 40% include più tipologie di fonti alternative quali idroelettrico, nucleare, ma soprattutto il solare e l’eolico, che hanno registrato i livelli di crescita più alti nel 2022. In aumento anche le vendite dei veicoli elettrici (EV) del 50%, con quasi 982.000 nuove auto vendute.

I dati del 2022

Secondo questo rapporto, nel 2022 la costruzione di impianti per le energie rinnovabili ha subito in America un lieve calo rispetto agli anni precedenti, per problemi legati all’approvvigionamento e all’inflazione. Ma nonostante questo, le fonti green sono riuscite a soddisfare il 13% della domanda totale di energia, e il 23% della domanda di elettricità del Paese. 

Le buone prospettive per il 2023: l’IRA

Secondo lo studio, per il 2023 ci sono buone prospettive per un’ulteriore crescita, soprattutto grazie all’IRA (Inflation Reduction Act) del presidente americano Joe Biden, legge che promuove tecnologie per l’energia pulita e che vuole risollevare il tessuto produttivo del Paese. 

Grazie a questa nuova legislazione, già verso la fine del 2022 i settori energetici hanno registrato una crescita, grazie a innumerevoli fondi stanziati dallo Stato che hanno permesso la costruzione di nuovi impianti sul territorio. 

Articoli correlati