Roma, 18/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Il Bangladesh vuole arrivare al 40% di capacità energetica rinnovabile entro il 2041: servono fino a 1,71 miliardi all’anno 

11
Home > News > Elettrificazione > Il Bangladesh vuole arrivare al 40% di capacità energetica rinnovabile entro il 2041: servono fino a 1,71 miliardi all’anno 

Per ottenere il 40% di capacità energetica rinnovabile entro il 2041, serve investire nel Bangladesh 1,71 miliardi all’anno. L’attuale sistema energetico del Paese può incorporare da 1.700 a 3.400 MW di energia solare durante il giorno e, a seconda della fattibilità tecnica ed economica, 2.500-4.000 MW di energia eolica durante la notte. 

Il Bangladesh vuole crescere nel settore delle rinnovabili: il rapporto IEFA

Secondo un nuovo report dell’Institute for Energy Economics and Financial Analysis (IEEFA), il Bangladesh vuole crescere nel settore delle rinnovabili, ma deve far sì che queste costituiscano almeno il 40% della sua capacità totale di produzione entro il 2041, sostenendo così il percorso di transizione energetica del Paese e liberandolo dalla dipendenza dai combustibili fossili.

Per poter raggiungere questi risultati, il rapporto IEFA ha stimato che bisognerebbe spingersi verso un investimento annuo compreso tra 1,53 e 1,71 miliardi di dollari a partire dal 2024. 

L’autore dello studio e analista di finanza energetica dell’Istituto, Shafiqul Alam, ha spiegato nel report che il modello di generazione elettrica del Bangladesh non può essere sostenibile senza un chiaro percorso di transizione, ed è dunque necessario che i responsabili politici aumentino il loro impegno e le sovvenzioni nel prossimo Piano regolatore integrato per l’energia e l’elettricità. 

Aumento dei sussidi

Nell’analisi sono stati anche presi in considerazione i prezzi elevati dei combustibili fossili e il conseguente aumento dei costi di produzione dell’elettricità, che hanno portato a più alti sussidi richiesti dal settore energetico del Paese. Per l’anno fiscale 2021-22, gli aiuti finanziari hanno raggiunto i 297 miliardi di Tk (2,82 miliardi di dollari), quasi il 152% in più rispetto all’anno fiscale 20-21, e un +301% rispetto al 2019-20.

Perché è importante giungere a una transizione circolare

Nel rapporto, Alam ha voluto sottolineare quanto sia importante giungere a una transizione circolare investendo più risorse finanziarie e migliorando così la sicurezza energetica del Paese.

L’analista ha evidenziato quali possono essere le potenzialità del Bangladesh, e quanto possa crescere in tal senso, mostrando nel suo studio che il sistema elettrico del Paese può incorporare dai 1.700 ai 3.400 MW di energia solare durante il giorno e, a seconda della fattibilità della posizione e della disponibilità del vento, da 2.500 MW a 4.000 MW di energia eolica durante la notte. 

Cosa dovrebbe fare il governo per lo sviluppo delle rinnovabili 

Questo rapporto è anche un invito per il governo a introdurre dei cambiamenti nelle politiche e promuovere l’adozione e lo sviluppo delle rinnovabili

In che modo? Eliminando l’attuale limite massimo di capacità di installazione di impianti solari sul tetto fino al 70% del carico autorizzato degli edifici industriali e commerciali e dando vita a una mappa ordinata di canali di finanziamento, con risorse locali e internazionali da poter investire nel settore, come è emerso dal rapporto.

Servirebbero infine, come ha sottolineato l’analista, anche delle misure di mitigazione del rischio, come fondi di garanzia o delle aste per abbassare le tariffe dell’energia e contenere l’aumento dei costi. 

Articoli correlati