Roma, 17/06/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Enel donerà pannelli solari della 3Sun all’Ucraina. Von der Leyen (UE): “Sono 5.700, tutti prodotti a Catania”

113 Sun Gigafactory
Home > News > Elettrificazione > Enel donerà pannelli solari della 3Sun all’Ucraina. Von der Leyen (UE): “Sono 5.700, tutti prodotti a Catania”

I pannelli donati copriranno fino a 11 400 m2 di tetti in diversi edifici pubblici ucraini. La consegna è prevista per l’estate 2023. Ursula von der Leyen (UE): “5.700 pannelli prodotti in Europa, a Catania, col sostegno del Fondo europeo per l’innovazione, che forniranno energia elettrica a scuole, ospedali e caserme dei vigili del fuoco”.

Enel dona all’Ucraina i pannelli fotovoltaici prodotti a Catania

Il Gruppo Enel si è impegnato a donare all’Ucraina circa 5.700 pannelli fotovoltaici da 350 watt, per una capacità totale di circa 2 MW. I pannelli donati copriranno fino a 11 400 m2 di tetti in diversi edifici pubblici ucraini. La consegna è prevista per l’estate 2023.

L’annuncio è stato dato dalla stessa Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in occasione del lancio del progetto “Ray of hope”: “A un mese dal mio annuncio a Kiev, oggi siamo lieti di rendere noto che un primo lotto di pannelli solari sarà presto consegnato all’Ucraina. Desidero ringraziare Enel, che ne donerà 5 700. Si tratta di pannelli prodotti in Europa, a Catania, col sostegno del Fondo europeo per l’innovazione, che forniranno energia elettrica a scuole, ospedali e caserme dei vigili del fuoco. Sono convinta che questo primo passo sarà fonte d’ispirazione per altre imprese europee e per gli Stati membri, affinché l’Ucraina possa contare su energia elettrica pulita e autoprodotta”.

Starace (Enel): “Questi pannelli produrranno energia pulita, sostenibile e affidabile

È una dimostrazione concreta di solidarietà europea e di quanto gli investimenti nella produzione di tecnologie pulite possano contribuire alla sicurezza energetica e all’indipendenza dell’Europa. Ancora una volta Enel si conferma all’avanguardia per quanto riguarda non soltanto l’innovazione nel settore delle tecnologie pulite ma anche la responsabilità sociale d’impresa. Siamo orgogliosi del fatto che pannelli solari prodotti nell’UE contribuiranno a migliorare la sicurezza energetica di scuole, ospedali e altri edifici pubblici ucraini”, ha affermato Kadri Simson, Commissaria per l’Energia.

I pannelli solari fotovoltaici che doniamo sono stati prodotti dalla nostra 3Sun Gigafactory, un’eccellenza italiana che apre la strada verso una maggiore indipendenza energetica in Europa contribuendo a rilocalizzare la catena del valore del fotovoltaico. Questi pannelli produrranno energia pulita, sostenibile e affidabile, aiutando alcuni edifici pubblici essenziali, come scuole e ospedali, a rendersi autosufficienti dal punto di vista energetico. Con questo progetto offriamo un “raggio di speranza” al popolo ucraino, che soffre profondamente a causa della guerra”, ha infine commentato l’amministratore delegato del Gruppo Enel, Francesco Starace.

La 3Sun Gigafactory nel piano europei si sostegno energetico e tecnologico a Kiev

L’iniziativa rientra in uno sforzo più ampio dell’Unione europea, teso a offrire soluzioni fuori rete che forniscano energia elettrica ai principali edifici pubblici civili in Ucraina. A seguito dei continui attacchi russi contro le infrastrutture energetiche civili ucraine, Bruxelles fornirà infatti 5.400 generatori di energia.

I pannelli solari fotovoltaici svolgeranno un ruolo analogo, perché consentiranno agli edifici pubblici ucraini di utilizzare energia elettrica autoprodotta.

Tutti i pannelli solari donati da Enel sono stati prodotti dalla 3Sun Gigafactory di Catania, che dovrebbe diventare il più grande impianto di produzione di moduli fotovoltaici in Europa grazie all’aumento dell’attuale capacità di produzione annua, pari a 200 MW, fino a circa 3 GW all’anno entro il 2024. L’investimento previsto è di circa 600 milioni di euro.

Il progetto, denominato “TANGO” (iTaliAN Giga factOry), è una delle sette iniziative selezionate dalla Commissione europea nell’ambito del primo bando del Fondo per l’innovazione e potrà beneficiare di finanziamenti per un massimo di 118 milioni di euro.

Articoli correlati