Roma, 23/04/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Dall’elettrico 320 mld di euro da investire in tecnologie rinnovabili

11eolico galleggiante
Home > News > Elettrificazione > Dall’elettrico 320 mld di euro da investire in tecnologie rinnovabili

La filiera dell’elettrico è disposta ad investire 320 miliardi di euro in innovazione tecnologica per favorire lo sviluppo delle energie rinnovabili e assicurare all’Italia ampi benefici in termini di indotto e valore aggiunto. Raggiungere gli obiettivi fissati dal Piano 2030, di cui si è parlato durante il webinar Technology Watch organizzato da Elettricità Futura e CESI, significherebbe installare 85Gw di nuove rinnovabili nei prossimi 8 anni, un traguardo che porterebbe all’industria 360 miliardi di euro, creando circa 540.000 nuovi posti di lavoro.

Innovazione tecnologica nell’eolico e nel fotovoltaico

Eolico e fotovoltaico hanno fatto passi da gigante negli ultimi anni. I progressi ottenuti nella tecnologia di nuova generazione garantiscono una maggiore efficienza energetica a costi più contenuti ed impatto ambientale minimo, spianando la strada ad impianti sempre più evoluti. Il Webinar Technology Watch, organizzato da Elettricità Futura in partnership con CESI, ha messo in luce le azioni da compiere in termini di innovazione tecnologica per realizzare il Piano 2030 di sviluppo del settore elettrico, proposto dall’associazione delle imprese italiane del settore. Un progetto che ha l’obiettivo di installare 85 GW di nuove rinnovabili, portando all’84% del mix elettrico l’energia elettrica rinnovabile prodotta nel nostro Paese. 

La filiera dell’elettrico pronta ad investire 320 miliardi di euro 

L’Italia, attualmente, è il secondo esportatore di tecnologie rinnovabili in Europa, il sesto al mondo. Raddoppiare la percentuale di energia prodotta da fonti rinnovabili, portandola all’85% entro il 2030, è però un traguardo importante, che è possibile raggiungere solo con grande impegno. Si tratta, al contempo, di una grande opportunità per tutta la filiera industriale, e in particolare per quella dell’elettrico, disposta ad investire 320 miliardi di euro per raggiungere gli ambiziosi obiettivi del Piano 2030. Si tratta di un’occasione unica che, in termini di valore aggiunto per filiera e indotto, potrebbe creare 360 miliardi di euro di benefici nel nostro Paese e 540.000 nuovi posti di lavoro nel settore elettrico. 

L’Italia punta su agrivoltaico ed eolico offshore

Quali sono le prospettive di sviluppo delle tecnologie rinnovabili? Il Mediterraneo ha la grossa opportunità di diventare leader tecnologico delle applicazioni off-shore e CESI è al momento molto attiva nel settore, supportando diversi progetti sia in Italia che all’estero. Grandi aspettative vengono riposte anche nell’agrivoltaico. L’obiettivo di installare almeno 1,04 GW di impianti entro il 2026, fissato dal nuovo Decreto al varo della Commissione UE, è un segnale chiaro da parte delle Amministrazioni. La Tavola rotonda del webinar, moderata da Alessio Cipullo, Responsabile Affari Tecnici, Elettricità Futura, ha coinvolto le aziende leader del settore elettrico che stanno investendo in tecnologie innovative per agrivoltaico ed eolico offshore. Durante il confronto diversi operatori hanno offerto la propria visione sulle prospettive di sviluppo delle tecnologie rinnovabili, presentando studi e nuovi progetti in essere nel nostro Paese. Aree idonee per gli impianti rinnovabili, semplificazione della burocrazia, ruolo delle Regioni e degli Enti locali, restano tuttavia, i principali fattori abilitanti della transizione energetica. 

Articoli correlati