Roma, 17/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Come viaggiare più veloci sulle autostrade: oltre 600 km/h

11
Home > News > Elettrificazione > Come viaggiare più veloci sulle autostrade: oltre 600 km/h

Come riportato da Ansa, è partito il primo progetto per viaggiare in autostrada più velocemente.  Un modello in scala è già pronto nel laboratorio dei ricercatori dell’Università di Houston, in collaborazione con gli esperti del centro studi Leibniz. 

Un innovativo sistema di trasporto: rendere le autostrade corsie a levitazione

Come riportato da ANSA, il primo progetto per rendere le attuali autostrade in corsie a levitazione è pronto per partire. Si potranno così effettuare viaggi velocissimi, a più di 600 km/h

Questo innovativo sistema di trasporto, spiegato sulla rivista Apl Energy, prevede l’installazione sotto il manto stradale di materiali superconduttori, raffreddati a idrogeno liquido, che non solo permetteranno di viaggiare in auto più velocemente, ma potranno anche servire per accumulare e trasportare energia elettrica a zero dispersione, distribuendo grandi quantità in modo molto più efficiente.

A questi obiettivi, stanno lavorando gli esperti dell’Università di Houston, in partnership con i tedeschi del centro studi Leibniz.  I ricercatori hanno annunciato di aver pronto un modello in scala nel loro laboratorio.

Come funziona un sistema a levitazione magnetica

Il tradizionale sistema a levitazione magnetica permette a un oggetto di essere sospeso su un altro senza l’utilizzo di supporti, oltre la forza generata dai campi magnetici. Per ottenere questo risultato, possono essere sfruttati diversi metodi, e di solto i superconduttori vengono installati direttamente nei veicoli, come accade per i treni a levitazione magnetica. Ma il team di esperti ha invece introdotto una novità, per ovviare ad alcune problematiche.

La novità del progetto: la levitazione superconduttiva

Il problema che emerge dal sistema tradizionale riguarda il raffreddamento dei superconduttori, che risulta essere troppo costoso. I ricercatori però hanno trovato una soluzione, introducendo una novità per rendere tutto più economico: i superconduttori non vengono installati direttamente nei veicoli, che sono invece dotati di magneti, ma si trovano sotto il manto stradale. Il termine corretto per identificare un meccanismo come questo è: levitazione superconduttiva.

Servono grandi risorse per realizzare progetti di questo tipo, che possono portare vantaggi su più aspetti. Il lavoro dunque non è finito, ma il modello pronto in laboratorio sarà la base dalla quale partire per poter viaggiare a grandi velocità, risparmiando anche energia.

Articoli correlati