Roma, 04/03/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Come produrre acqua calda sanitaria in modo sostenibile

11
Home > News > Elettrificazione > Come produrre acqua calda sanitaria in modo sostenibile

Il riscaldamento domestico e la produzione di acqua calda sanitaria hanno sempre avuto un grande impatto a livello ambientale, per il consumo delle risorse fossili e l’emissione di CO2 nell’atmosfera. Ma esistono delle alternative più sostenibili.

Cosa è l’acqua calda sanitaria 

L’acqua calda sanitaria (ACS) è quella che viene utilizzata per gli usi domestici e l’igiene personale. La sua produzione è legata al momento dell’utilizzo e avviene, di solito, per mezzo di caldaie a gas o a condensazione.

Le soluzioni sostenibili

Questi impianti però richiedono una manutenzione continua e impiegano un grande quantitativo di energia per funzionare, quindi sono poco sostenibili e poco efficienti. Ma con lo sviluppo delle rinnovabili sono state trovate delle soluzioni più sostenibili, che non prevedono gas o qualsiasi altra fonte fossile.

Un impianto solare termico: risparmi fino al 90%

Per esempio, si può pensare di utilizzare un impianto solare termico o termodinamico, che sfrutta i raggi per il riscaldamento dell’acqua, attraverso i pannelli. Abbinando anche un piccolo sistema green come questo alla pompa di calore, si possono ridurre i costi di produzione e le bollette fino al 90%

L’unico handicap dell’energia solare è il non essere sempre disponibile. Per questa ragione, bisognerebbe abbinare l’impianto a un altro generatore di elettricità.

L’utilizzo del boiler: risparmi fino a 4 volte superiori

Si può dunque pensare a un’alternativa che consente anche di abbassare l’investimento iniziale e il risparmio annuale, e che consiste nell’installazione di un impianto fotovoltaico associato a un boiler elettrico, da utilizzare però solo durante la stagione invernale. Si ottiene così acqua calda gratuita durante l’autunno, la primavera e l’estate. 

Per ottenere però dei risparmi ancora più consistenti e fino a 4 volte superiori, si può anche pensare di adoperare un boiler alimentato da un circuito in pompa di calore, e non da una resistenza elettrica. 

La pompa di calore ad alta temperatura idrotermica: sostenibile ed economica

Altra soluzione a supporto della sostenibilità è l’utilizzo della pompa di calore ad alta temperatura, dotata di un serbatoio di accumulo specifico proprio per la produzione di acqua calda sanitaria.

La pompa di calore idrotermica utilizza l’acqua di falda, naturalmente presente nel terreno, per riscaldarla elettricamente, fornendo anche riscaldamento in modo indipendente.

Si tratta di una tecnologia non solo sostenibile, perché non comporta processi di combustione, ma anche economica, che garantisce una produzione continua e permette un risparmio sulle bollette fino al 75%

Articoli correlati