Roma, 19/05/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Rinnovabili, energia pulita per Intesa Sanpaolo con il fotovoltaico di A2A

11fotovoltaico
Home > Aziende > Rinnovabili, energia pulita per Intesa Sanpaolo con il fotovoltaico di A2A

“Il Gruppo grazie a questo accordo, fornisce un contributo fattivo al processo di transizione del sistema produttivo nazionale verso la decarbonizzazione”, ha dichiarato Alfonso Guido, Chief Cost Management Officer di Intesa Sanpaolo. La fornitura di A2A sarà garantita da due nuovi impianti che saranno attivati in Sicilia entro la fine dell’anno.

L’energia pulita di A2A per la stragegia ESG di Intesa Sanpaolo

Ridurre le emissioni inquinanti e aumentare il proprio livello di sostenibilità ambientale sono due elementi chiave per accelerare la strategia ESG (acronimo che sta per Environmental, Social, Governance) di un’impresa, ma anche di un gruppo bancario.

Intesa Sanpaolo ha annunciato un accordo con A2A per la fornitura di energia pulita e rinnovabile generata da impianti fotovoltaici che saranno realizzati e attivati in Sicilia entro il 2024.

La fornitura coprirà inizialmente il 10% del fabbisogno energetico di Intesa Sanpaolo in Italia, circa 30 GWh.

Intesa Sanpaolo conferma la propria strategia volta a ridurre fortemente le emissioni proprie”, ha dichiarato Alfonso Guido, Chief Cost Management Officer di Intesa Sanpaolo.

Il Gruppo – ha aggiunto Guido – grazie a questo accordo, fornisce un contributo fattivo al processo di transizione del sistema produttivo nazionale verso la decarbonizzazione, registrando ulteriori vantaggi grazie alla diversificazione delle fonti di approvvigionamento dell’energia e dalla stabilizzazione del prezzo di acquisto per una parte del proprio fabbisogno”.

Il contributo di A2A alla transizione energetica delle imprese

Per A2A, si legge in una nota stampa, l’accordo rappresenta un’occasione per mettere a disposizione soluzioni di medio-lungo periodo per supportare concretamente le imprese nel percorso verso la decarbonizzazione e, grazie alla produzione di energia rinnovabile, dare un contributo concreto alla transizione energetica del Paese.

A seguito dell’accordo con il gruppo bancario, le azioni di A2A sono aumentate del +1,6% a 1,643 euro, a Piazza Affari.

Come spiegato in un articolo di Luca Carrello su Milano Finanza, l’operazione si è dimostrata “coerente con la strategia dell’azienda di vendere energia attraverso Ppa, Power purchase agreement, a lungo termine”, secondo le valutazioni di Banca Akros.

In questo modo, si legge ancora sul quotidiano finanziario, gli analisti confermano il rating neutral sul titolo e sottolineano il mantenimento di un target price di 2 euro.

Articoli correlati