Roma, 18/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

La Sicilia chiude al fotovoltaico e chiede una royalty regionale

11Sicilia
Home > News > Solare > La Sicilia chiude al fotovoltaico e chiede una royalty regionale

Il Presidente della Regione, Renato Schifani, ha annunciato l’intenzione di sospendere le autorizzazioni per i nuovi impianti fotovoltaici. La motivazione risiederebbe nei danni ambientali e gli oneri economici che, a detta del Governatore, la Sicilia è costretta a subire a causa del suo grosso potenziale “rinnovabile”.

Stop alle autorizzazioni per il fotovoltaico

La Sicilia sul fotovoltaico chiude i battenti. La comunicazione è arrivata a sorpresa durante un convegno a Palermo, che ha visto il Presidente della Regione, Renato Schifani, esprimere forte contrarietà in merito all’utilizzo e ai costi dell’energia generata dal fotovoltaico “siciliano”, in crescita grazie all’ottima esposizione di cui gode l’isola. Secondo il Governatore, la Sicilia paga un prezzo non dovuto per una risorsa, il cui utile sociale, a suo (discutibile) parere, non andrebbe a compensare il danno ambientale

 «La Sicilia paga un prezzo non dovuto per una risorsa che abbiamo. Il danno e la beffa. E allora intendo discutere col governo» ha affermato Schifani.

Inoltre, la scelta sarebbe motivata dal fatto che le centrali fotovoltaiche non porterebbero sufficiente occupazione. La ricaduta economica sul territorio della 3Sun, la Gigafactory inaugurata di recente proprio in Sicilia, uno dei più grandi impianti di produzione fotovoltaica in Europa, sarebbe, quindi, un’eccezione alla regola. Ma si può davvero parlare di danno ambientale riferendosi a una fonte pulita e rinnovabile come la luce solare, che permetterebbe di sostituire, e col tempo eliminare definitivamente, le fonti fossili?

Proposta una royalty regionale per il fotovoltaico

Il Presidente della Regione, critico nei confronti del provvedimento che vieta le royalty sugli impianti solari, ha parlato di una possibile quota siciliana: 

«C’è un decreto legislativo che prevede che sul fotovoltaico non possano essere imposte delle royalty però già questi impianti danno il 3% di energia ai comuni come risarcimento del danno ambientale. Mi chiedo perchè non debba essere riconosciuta una quota anche alla Regione siciliana. Dobbiamo trovare una soluzione che consenta al governo regionale di chiedere a chi intende insediare gli impianti fotovoltaici, energia, non soldi, per avere una bolletta più attenuata grazie a ciò che si produce nella Regione. La Sicilia paga un danno ambientale dovuto agli impianti».

Articoli correlati