Roma, 03/12/2023 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Idrogeno verde, l’India potrebbe raggiungere i 21,9 miliardi di dollari entro il 2030

11
Home > News > Idrogeno > Idrogeno verde, l’India potrebbe raggiungere i 21,9 miliardi di dollari entro il 2030

Secondo il rapporto di MarketsandMarkets Research, una società di ricerche di mercato con sede nella città di Pune, la produzione di H2 in India raggiungerà i 21,9 miliardi di dollari entro il 2030.

Il report 

Il report di MarketsandMarkets Research evidenzia come, da qui al 2030, il mercato indiano sulla generazione di idrogeno dovrebbe raggiungere i 295,8 miliardi di dollari

Questi dati rappresentano la strategia di Nuova Delhi messa in campo da ora fino ai prossimi 7 anni: fare del paese un hub globale di primo livello e produrre almeno 5 milioni di tonnellate di H2 green.

Altro obiettivo del governo? Ottenere il 10% della domanda globale del carburante sempre entro il 2030. Ci riuscirà?

Le ambizioni dell’esecutivo 

L’esecutivo ha sicuramente delle ambizioni piuttosto grandi, che includono anche la possibilità di tagliare 50 milioni di tonnellate di CO2 risparmiando così più di 1 miliardo di euro di importazioni di combustibili fossili.

Inoltre, l’India sta anche lavorando alla produzione di nuovi elettrolizzatori e ai quantitativi minimi di H2 pulito da applicare in settori importanti quali la produzione di fertilizzanti o le raffinerie, sempre al fine di decarbonizzare il sistema e favorire una più rapida transizione energetica

L’idrogeno verde 

È chiaro dunque come il Paese asiatico stia puntando molto sull’idrogeno verde allo scopo di rendere anche più sostenibili i trasporti e le industrie siderurgiche. 

La stessa flotta statale dovrà convertire almeno 2 navi ai carburanti sostenibili entro il 2027, mentre le compagnie energetiche che utilizzano più di 40 mezzi per il trasporto in mare di gas e petrolio saranno obbligate ad affittare almeno 1 volta all’anno una nave che usi del combustibile pulito. 

Sarà possibile soddisfare queste ambizioni con degli incentivi del governo che, secondo le previsioni, dovrebbero partire nel 2025, ma questo sarà tutto da vedere.

Articoli correlati