Roma, 19/07/2024 Notizie e approfondimenti sui temi dell’Energia in Italia, in Europa e nel mondo.

Eolico, la Cina installa una turbina record di 18 MW

11
Home > News > Eolico > Eolico, la Cina installa una turbina record di 18 MW

La Cina continua a investire sulle rinnovabili e, in particolare, su solare ed eolico. Il suo obiettivo è progettare moduli sempre più performanti. Difatti, pochi giorni fa la statale Dongfang Electric Corporation (DEC) ha completato l’installazione di un primo aerogeneratore da 18 MW.

L’eolico offshore

In Cina l’eolico offshore cresce senza sosta. È stata di recente installata, nella provincia di Guangdong, una turbina da record in un’area di 53.000 metri quadrati. Si attende adesso una produzione annua attorno ai 72 GWh, e parliamo dunque di abbastanza elettricità pulita per alimentare circa 36.000 famiglie.

Il nuovo parco sarà costituito da 6 turbine da 18 MW (432 GWh annui stimati), con la prima già pronta a funzionare. A occuparsi del progetto, la società Dongfang Electric Corporation (DEC), che parla di 22.000 tonnellate all’anno di C02 risparmiata.

Il più grande al mondo

Secondo quanto comunicato da DEC, l’aerogeneratore potrebbe passare alla storia per essere, finora, il più grande al mondo. Ancora una volta dunque, il Paese orientale conquista un altro primato sul fronte delle rinnovabili, con nuovi traguardi raggiunti sullo sviluppo dell’energia del vento.

Nell’offshore, la Cina è già in testa su tutti gli altri per quel che concerne la produzione di componenti chiave per gli impianti.

Superare i propri limiti

In generale, di certo parliamo di uno Stato che tenta sempre di superare i propri limiti. Per esempio, era già stata considerata la turbina cinese più grande al mondo quella attivata a luglio dello scorso anno e conosciuta come ‘GW H252-16MW’.

Parliamo di un prodotto da 16 MW di potenza installata realizzato dalla multinazionale Goldwind. Tale primato però, è stato adesso battuto, ma rimane il fatto che è sempre la Cina a conquistare i risultati più importanti in questo ambito.

Si continua così a percorrere la strada della decarbonizzazione da qui al 2030, con il 2060 considerato per il Paese l’anno di raggiungimento della neutralità climatica.

Articoli correlati